Debito pubblico, ecco la top ten dei governi

Debito pubblico, ecco la top ten dei governi

Settantuno anni fa, il 14 luglio 1946, si insediava il secondo governo De Gasperi, il primo della Repubblica italiana.
All’epoca lo stock di debito pubblico era assai meno di un miliardo, appena 638 milioni (questo è il valore facciale in euro calcolato da Banca d’Italia).

Da allora abbiamo avuto 28 presidenti del Consiglio a capo di 64 diversi governi. E un debito pubblico che ancora oggi, anziché diminuire, aumenta a dismisura.

L’incremento ha un’accelerazione fuori controllo che cresce sempre più: 309 milioni al giorno dalla data di insediamento del governo Gentiloni (risultato al secondo posto nella storia, come si vedrà).

Abbiamo provato a conteggiare, dal 1946 in avanti, l’aumento giornaliero registrato sotto ciascun governo, così da poter stilare la classifica “di chi ha dato di più” nel raggiungimento di questo minaccioso traguardo: 2.278.855 miliardi di euro. Quest’ultima è la cifra-record, aggiornata al 31 maggio 2017, secondo quanto pubblicato questi giorni da Banca d’Italia.

Ai fini della classifica, che qui pubblichiamo in calce, nel caso di più esecutivi presieduti dallo stesso leader, i dati di ciascun governo sono stati accorpati sotto il nome del Premier medesimo.

Basta uno sguardo fugace per comprendere veramente come stanno le cose. E fa davvero specie notare che tutti e quattro i governi del cosiddetto “risanamento post- Berlusconi” (Monti, Letta, Renzi, Gentiloni) sono nella top ten, ovvero nei primi nove posti della classifica di chi all’aumento del debito ha impresso il massimo di accelerazione rispetto a chiunque li abbia preceduti.

E questo equivale a “diminuire” lo stock di debito pubblico?

DEBITO PUBBLICO – RUBARE IL FUTUROclassifica dei Premier sulla base della crescita giornaliera dell’indebitamento
(dal 14 luglio 1946 al 31 maggio 2017)
PREMIER IN CARICA AUMENTO GIORNALIERO MEDIO
(in MLN)
DURATA DEI GOVERNI
(totale giorni)

AUMENTO COMPLESSIVO(in MLD)
NUMERO ESECUTIVI PRESIEDUTI
1 AMATO 342 714 244 2
2 GENTILONI 309 170 53 1
3 MONTI 242 528 128 1
4 DINI 207 485 100 1
5 LETTA 202 299 60 1
6 BERLUSCONI 165 3.336 550 4
7 GORIA 159 259 41 1
8 CRAXI 159 1.350 214 2
9 DE MITA 155 464 72 1
10 RENZI 119 1024 122 1
11 ANDREOTTI 111 2.672 296 7
12 PRODI 109 1607 176 2
13 SPADOLINI 97 519 50 2
14 FORLANI 76 252 19 1
15 D’ALEMA 73 550 40 2
16 COSSIGA 43 439 19 2
17 FANFANI 28 1.654 46 6
18 MORO 9 2.273 21 5
19 CIAMPI 9 376 3 1
20 RUMOR 9 1.101 10 5
21 COLOMBO 8 559 4 1
22 LEONE 2 335 1 2
23 PELLA 1 153 0 1
24 SCELBA 1 510 0 1
25 SEGNI 1 1.085 1 1
26 DE GASPERI 1 2.583 2 7
27 TAMBRONI 0 122 0 1
28 ZOLI 0 407 0 1
ultima modifica: 2017-07-16T09:31:19+00:00 da Mino Rossi

 

 

 

Chi ha letto questo articolo ha letto anche:

Click on a tab to select how you'd like to leave your comment

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>