Conti correnti on line: la nuova frontiera del sistema bancario

Sono sempre di più i correntisti italiani che decidono di aprire un conto corrente on line. Stando alle statistiche, sembra che ogni mese siano ben 100.000 gli individui che mandano in pensione il conto corrente bancario tradizionale o quello postale per avventurarsi nel mondo delle banche virtuali. Una cosa è certa: il digital banking è molto veloce e consente di ottenere vantaggiosi guadagni. Ma come funziona esattamente e, soprattutto, quali sono le novità in cantiere? Senza alcun dubbio, il digital banking permette di evitare le interminabili file in banca, ottimizzando i tempi e svolgendo ogni genere di operazione con qualche click.

Ovviamente, però, il vantaggio non è solo questo. Il digital banking, infatti, ha fatto un passo avanti rispetto alle tradizionali forme di risparmio. Ad aver agevolato la migrazione dei correntisti, molto probabilmente, è stato il cosiddetto decreto sulla portabilità. Per i non addetti ai lavori, quando si parla di tale decreto si fa riferimento ad una normativa entrata in vigore lo scorso anno grazie alla quale i passaggi da una banca all’altra – virtuale o tradizionale – sono decisamente facilitati. In primo luogo, sono stati abbattuti per intero i costi relativi al trasferimento. Inoltre, è stato stabilito un limite di tempo entro il quale deve essere effettuato il passaggio (12 giorni). Addirittura, il decreto ha stabilito che a doversi occupare delle pratiche di trasferimento del conto deve essere la banca presso la quale si intende trasferire il proprio conto corrente. Senza alcun dubbio, questo è uno degli aspetti da non trascurare affatto. In questo modo, infatti, il correntista evita di dover fare i conti con la burocrazia e con le varie pratiche necessarie per formalizzare il passaggio. Tutto, quindi, avviene in maniera molto semplice e, soprattutto, rapida.

Come è facile intuire, questo è uno dei motivi che hanno reso le banche virtuali così appetibili. Oltre al trasferimento rapido, rivolgendosi alle banche on line si ha la possibilità di gestire i propri risparmi direttamente da casa propria e con qualunque dispositivo. L’unica cosa necessaria è una connessione ad internet. Pare, poi, che il mercato delle banche on line sia in rapida espansione. I numeri, a tale riguardo, parlano chiaro: circa il 47% dei correntisti che nell’ultimo biennio avevano deciso di aprire un conto on line hanno deciso di aprirne un altro. Insomma, siamo alle prese con un fenomeno in crescita ancora tutto da interpretare. La riflessione in merito alla comodità di avere un conto on line è tanto semplice quanto immediata. Che anche le banche stiano spalancando le porte alle nuove tecnologie? A quanto pare sì. Ciò che alletta molti dei correntisti che hanno deciso di optare per tale formula sono anche i numerosi incentivi riservati ai clienti.

Non è raro, infatti, imbattersi in conti a zero spese. Al momento, le banche on line si rivolgono ad un target ben preciso. In merito, è quanto mai opportuno fare riferimento alle statistiche. Il 57% dei correntisti che hanno deciso di rivolgersi ad una banca on line sono di sesso maschile ed hanno un’età compresa tra i 35 anni ed i 44 anni. Il 50% di loro è residente nell’Italia centrale. Analizzando in maniera più approfondita i dati, è possibile scoprire anche che tutti coloro che hanno aperto un conto corrente on line corrispondono a poco meno del 60% dei cybernauti. Inoltre, il 70% continua comunque a rivolgersi alla propria filiale di fiducia. I numeri, però, anche in questo caso, sono molto interessanti. Il 24%, infatti, gestisce i propri risparmi direttamente on line utilizzando il servizio di home banking. Il 25%, infine, utilizza le app. Come è facile intuire, internet è la nuova frontiera del sistema bancario tradizionale che sembra essere pronto ad una svolta a dir poco rivoluzionaria.

A questo punto, non resta che capire quale sarà la risposta delle banche tradizionali a quelle virtuali. Il fatto che molti dei correntisti decidano di passare ai conti correnti virtuali è un dato che non può passare inosservato. Molto probabilmente, in cantiere ci sono innovazioni e prodotti altamente tecnologici che consentiranno ai clienti delle banche tradizionali di godere dei vantaggi di internet e dei conti correnti on line pur restando clienti della propria banca tradizionale. Si tratta di un processo ancora in divenire e, pertanto, ogni ipotesi è tanto verosimile quanto molto difficile da formulare.

ultima modifica: 2016-01-15T12:49:32+00:00 da Luca Bozzi