Perché gli zuccheri vanno evitati il più possibile. Parola dell’oncologa Di Fazio

Perché gli zuccheri vanno evitati il più possibile. Parola dell’oncologa Di Fazio
I consigli dell'oncologa Maria Rosa Di Fazio per una sana alimentazione estratti dal suo libro "Mangiare bene per sconfiggere il male" (Mind).

Gli zuccheri vanno evitati il più possibile, in modo drastico. È una raccomandazione che non faccio soltanto ai diabetici, ma che estendo per davvero a tutti. Perché? Potrei rispondere molto serenamente “Perché ci fanno male”, ma anche perché possiamo “farne a meno” in buona parte, se non del tutto. Senz’altro molto meno di quanto non facciamo ogni giorno in diversi modi e attraverso diversi cibi. Con il risultato di assumerne dosi esagerate senza nemmeno saperlo. Già il fruttosio contenuto nella frutta sarebbe, infatti, più che sufficiente al nostro fabbisogno giornaliero, ma…

Ma c’è un “ma”: anche con la frutta la mia raccomandazione è quella di limitarla a una sola porzione al giorno, esclusivamente alla colazione del mattino e mai a fine pasto (pessima abitudine tipicamente italica), perché in quel caso creerebbe la putrescina, proteina che, come dice la parola stessa, farebbe andare in putrefazione tutto ciò che è stato ingerito prima.

In più, raccomando che la frutta non vada mai e poi mai consumata alla sera, men che meno se al termine di una cena ricca di carboidrati. Un ulteriore consiglio è quello di mangiare sempre e soltanto frutta di un solo tipo – o mele o albicocche o pere e via dicendo – e mai invece mescolata (tipo macedonia, intendo).

Mi limito a dire che oltre a innalzare la glicemia e quindi l’insulina nel sangue, gli zuccheri hanno soprattutto l’effetto di indurre quel pH acido al quale ho già accennato, con il conseguente innesco di stati infiammatori che a loro volta sono le potenziali anticamere di diverse patologie, comprese quelle tumorali. Anche per questo è bene avere la glicemia sempre attorno al valore di 90.

ultima modifica: 2017-01-08T07:00:54+00:00 da Maria Rosa Di Fazio

 

 

Chi ha letto questo articolo ha letto anche:

  • adK

    I carboidrati (di cui fanno parte gli zuccheri) sono il principale nutrimento delle nostre cellule.
    Non si capisce in che modo la frutta mangiata oltre ad un certo orario creerebbe putrescina (che non ha alcun legame con gli zuccheri essendo causata dalla degradazione delle proteine).
    Inoltre sostenere che gli zuccheri provochino “quel Ph acido” non ha alcun senso, nel caso in cui si riferisca al ph del sangue è regolato da respirazione e funzione renale, senza alcun nesso con l’alimentazione.

    Trovo imbarazzante che un medico faccia riferimento a bufale come gli zuccheri che nutrono i tumori (nutrono qualsiasi tipo di cellula) o i cibi alcalinizzanti e acidificanti (teoria inventata dal finto medico e truffatore Robert Young).

    Posso capire che uno studio scientifico pubblicato su un’importante rivista non crei grandi profitti come un libro in cui si promettono miracoli promosso da decine di comunicati stampa, ma non le sembra di cattivo gusto spacciare teorie senza fondamento per verità assoluta? Non le sembra soprattutto di prendere in giro le persone affette da tumori che magari, già debilitati dalla malattia e da farmaci chemioterapici, seguono i suoi suggerimenti evitando i carboidrati che sono energia per il corpo?