Che cosa c’è di nuovo al Salone dell’auto di Los Angeles

Che cosa c’è di nuovo al Salone dell’auto di Los Angeles

Più che uno show dell’auto, il Salone di Los Angeles, è ormai da molti anni una grande festa dei motori che mette insieme opulenza e sfarzo delle Case d’oltreoceano con la razionalità e la vocazione sempre più “verde” dei marchi europei e giapponesi. Una unione che ha consentito allo show di guadagnare nel tempo sempre più importanza nei confronti del Salone di Detroit, in programma in gennaio a poche settimane di distanza.

50 NOVITÀ

Anche nell’edizione di quest’anno, aperta al pubblico dal 1 al 10 dicembre, è infatti prevista la presenza di numerosi brand pronti a rubare gli sguardi con prototipi che anticipano futuri modelli di serie e novità al battesimo (sono 50 quelle annunciate) pronte ad arrivare nelle concessionarie.

Cominciando dai padroni di casa, Chevrolet schiera sotto i riflettori la versione cabriolet dell’ultima Corvette ZR1, equipaggiata con un V8 da 755 cavalli. Jeep porta al salone californiano la nuova Wrangler, icona del made in Usa. Mentre Lincoln fa vedere la seconda edizione del “suvvone” MKX e tra le new entry a stelle e strisce c’è molta attesa per conoscere anche modelli inediti e di nicchia tra cui la Saleen S1 e la Aria FXE: prima auto di serie dell’azienda di Irvine.

LE GIAPPONESI

Dal Giappone arrivano la Infiniti con la QX50 che porta all’esordio un innovativo propulsore a compressione variabile della Casa nipponica. La Lexus con la versione a sette posti della RX. Mazda con la rinnovata berlina 6 e la Nissan che ha in serbo per i visitatori il concept di un crossover compatto destinato ad affiancare nella gamma del costruttore la Juke e la Qashqai. Presente anche la Subaru che fa debuttare fronte oceano l’Ascent: primo suv maxi del brand di Tokyo destinato a stregare prevalentemente il pubblico yankee.

EUROPEE ED ELETTRICHE

Riguardo ai marchi nostrani a tenere alta a Los Angeles la bandiera dell’auto made in Europe ci pensano Bmw con l’attesa versione Spyder della supercar ibrida i8, affiancata dalla sportivissima berlina M3 CS: prodotta in 1.200 esemplari ed equipaggiata con un motore 460 cavalli. La Mercedes che approfitta dell’occasione per mostrare la terza generazione della CLS e la Porsche che punta a stupire con uno stand carico di prestazioni e potenza dove sono i mostra la Panamera Turbo S E-Hybrid Sport Turismo, la 718 Boxster, la Cayman GTS e la 911 Carrera T.

Allo show americano c’è n’è, insomma, per tutti i gusti e le esigenze. Senza dimenticare uno spazio dedicato all’auto elettrica, che proprio in California ha trovato il primo terreno “verde” dove correre e dove sono protagonisti brand ad emissioni zero come Tesla e gli specialisti locali del settore Ampere e Sondors.

(Articolo pubblicato su l’Automobile, la testata diretta da Alessandro Marchetti Tricamo ed edita da ACI)

ultima modifica: 2017-12-01T21:26:22+00:00 da L'Automobile

Chi ha letto questo articolo ha letto anche: