Che cosa è successo nella raffineria Eni di Sannazzaro de’ Burgondi (Pavia)

Che cosa è successo nella raffineria Eni di Sannazzaro de’ Burgondi (Pavia)

Esplosione in una delle più grandi raffinerie Eni in Italia, situata Sannazzaro de’ Burgondi (Pavia). L’Eni ha riferito che l’incendio sarebbe avvenuto intorno alle 16 e al momento non si registrano feriti. I vigili del fuoco, provenienti da tutta la provincia, sono attualmente a lavoro per domare l’incendio.

COSA È ACCADUTO

Fonti di agenzia riferiscono che l’incidente è avvenuto alle 15,40 in una zona della raffineria di recente realizzazione, chiamata Cantiere Est 2. Secondo alcuni testimoni si sarebbe generata una “palla di fuoco” alta decine di metri. Successivamente dalla raffineria si è innalzata una colonna di fumo nero visibile a decine di chilometri di distanza. Sono ancora in corso le operazioni di spegnimento dell’incendio, così come le procedure di evacuazione dell’impianto. Gli operai, invece, sarebbero scesi nei bunker della struttura.

L’APPELLO DEL COMUNE AI CITTADINI: “RIMANETE IN CASA”

“Rimanete chiusi dentro le vostre abitazioni o cercate riparo nel locale chiuso più vicino”. È l’appello rivolto dal Comune ai cittadini di Sannazzaro de’ Burgondi. La richiesta dell’amministrazione comunale è stata diffusa per precauzione visto che “per il momento non sussistono pericoli per la popolazione residente”. Il luogo dell’esplosione e del successivo incendio, che non hanno provocato feriti, è comunque lontano dalle abitazioni. Un’esplosione e un incendio all’interno dell’impianto, senza conseguenze per le persone, si erano verificati anche il 10 aprile 2012.

LA DICHIARAZIONE DI ENI

“Non si registrano danni alle persone – si legge nella nota stampa inviata da Eni – Le cause dell’incendio sono in corso di accertamento”.

(articolo aggiornato alle ore 18,15)

I VIDEO DELL’ESPLOSIONE

ultima modifica: 2016-12-01T18:03:19+00:00 da Simona Sotgiu

 

 

 

 

Chi ha letto questo articolo ha letto anche:

Click on a tab to select how you'd like to leave your comment

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>