Parigi, cosa è successo lungo gli Champs Elysees

Parigi, cosa è successo lungo gli Champs Elysees

Aggiornamento delle 23:00. L’uomo che ha lanciato l’attacco alla guida di una Renault Megane è morto poco dopo l’azione: nella macchina sono stati ritrovati un fucile automatico AK47, pistole e bombole di gas. Dopo l’incidente si è sprigionato un fumo arancione, di cui per il momento non è chiara la ragione.

***

Un veicolo s’è lanciato contro un’unità mobile della polizia e ha poi preso fuoco lungo gli Champs Elysees, nel centro di Parigi. Il guidatore del veicolo è stato arrestato dalla polizia mentre si trovava privo di sensi a terra, sembra fosse armato, è in condizioni critiche dopo l’incidente. È l’unica vittima.

La polizia è intervenuta sul posto immediatamente e ha creato un cordone di sicurezza bloccando il viale e allontanando le persone presenti. I fatti sono avvenuti intorno alla 15:30, a circa duecento metri dall’Eliseo.

L’anti terrorismo ha aperto un’inchiesta. Sul posto anche la squadra degli artificieri della polizia. Secondo il portavoce del ministro degli Interni francesi Pierre-Henry Brandet l’aggressore ha “in apparenza agito deliberatamente”, era armato e “probabilmente è morto”.

Ad aprile, poco prima delle elezioni, lungo i Campi Elisi c’era stato un attacco rivendicato dalla Stato islamico sempre contro un mezzo della polizia. La Francia è ancora in stato di emergenza dai fatti del Bataclan e per i successivi attentati.

ultima modifica: 2017-06-19T15:23:18+00:00 da Emanuele Rossi