Lapo Elkann (che dice addio ai social) visto da Umberto Pizzi

“Vorrei ringraziare tutti i follower del mio account – coloro che mi stimano, e (perché no) anche quelli che hanno espresso opinioni diverse che meritano comunque rispetto. Tutti assieme mi avete spronato a migliorare. Oggi, però, comincia una nuova fase per me – personale e professionale – e la vorrei vivere nella vita reale, offline, anziché in quella virtuale. Questo non vuole essere un addio, semmai un arrivederci. Grazie a tutti di tutto, Lapo”.

Così il rampollo di casa Agnelli, Lapo Elkann, ha salutato i suoi sostenitori, a quanto pare solo temporaneamente, lasciando loro un messaggio tramite i suoi account social. La comunicazione arriva pochi giorni dopo che il procuratore di New York ha deciso di lasciare cadere le accuse contro Lapo per aver simulato il proprio sequestro lo scorso novembre.

La decisione è stata presa il giorno della prima udienza del processo legato all’episodio in cui il nipote di Gianni Agnelli era stato arrestato e poi rilasciato dalla polizia di New York.  “L’ufficio del procuratore distrettuale ha condotto indagini approfondite ed esaustive e ha concluso che il mio cliente non ha agito in modo perseguibile penalmente” ha spiegato il legale di Lapo Elkann, Randy Zelin, si legge su Il Tempo. “La decisione di oggi mi rincuora e rinforza il sentimento di fiducia che da sempre ripongo nella giustizia americana”, ha commentato l’erede di Casa Agnelli.

Ecco una selezione di foto di un giovanissimo Lapo Elkann dall’archivio di Umberto Pizzi.

(c) Umberto Pizzi – Riproduzione riservata

ultima modifica: 2017-01-31T13:33:28+00:00 da Zeffira Zanfagna