Tutte le strette di mano di Giuliano Pisapia in 46 foto d’archivio

È nato ufficialmente ieri il nuovo movimento politico Campo progressista fondato dall’ex sindaco di Milano Giuliano Pisapia. Ieri la presentazione ufficiale – ovviamente nel capoluogo lombardo – a cui hanno preso parte, tra gli altri, anche la presidente della Camera Laura Boldrini, il giornalista Gad Lerner, il vicepresidente della Regione Lazio ed ex esponente di punta di Sel Massimiliano Smeriglio e il prodiano – già parlamentare di lungo corso – Franco Monaco.

Un’iniziativa che arriva dopo una ridda di voci e interviste sul rinnovato impegno politico di Pisapia che la scorsa primavera ha deciso di non ricandidarsi a sindaco di Milano (dov’è stato poi eletto – come noto – Beppe Sala). Nel suo intervento Pisapia ha tracciato le linee guida di quello che sarà il suo impegno di carattere nazionale ma non ha mancato di fare riferimento alle difficoltà del Partito Democratico, le cui divisioni interne si fanno più rilevanti ogni giorno che passa: “Non entro nel merito ma sono attento a quel che succede nel Pd. Le scissioni sono sempre divisioni di una comunità, a me piacerebbe una comunità unita, ampia, di sinistra e di centrosinistra. Per questo lavoro: non contro qualche d’uno ma per qualche cosa, io credo del noi, non nell’io, e punto a ricostruire un ‘campo aperto’, all’interno del quale spero vi siano tutti quelli che amano la buona politica“.

A proposito delle sue priorità e della campagna elettorale per le prossime politiche – che al più tardi si svolgeranno a febbraio 2018 – Pisapia ha lasciato spazio a pochi dubbi: “Non deve più succedere che, come è accaduto negli ultimi tre anni, si possa pensare che parte del centrosinistra governi con la destra. Questo non lo voglio più vedere. I leader? Credo che non servano. Diventano necessariamente uomo solo a comando.  I leader sono i giovani e la gente che torna all’impegno“.

Il prossimo appuntamento con Campo Democratico è in programma a Roma l’11 marzo. In quegli stessi giorni Matteo Renzi sarà invece al Lingotto di Torino, per una tre giorni annunciata oggi da cui lancerà la sua proposta politica per riconquistare la segreteria del Pd. Solo una coincidenza, alquanto simbolica però, considerate le insistenti voci di un accordo di massima già esistente tra i due.

Tutti i dettaglia sull’iniziativa milanese di Pisapia possono essere letti in questo articolo di Antonella Luppoli.

Nella gallery le foto vecchie e nuove di Giuliano Pisapia, immortalato nelle sue molteplici relazioni con altri esponenti politici (anche di primo piano) ma non solo.

Foto-Imagoeconomica

ultima modifica: 2017-02-16T07:46:51+00:00 da Andrea Picardi