Skip to main content

DISPONIBILI GLI ULTIMI NUMERI DELLE NOSTRE RIVISTE.

 

ultima rivista formiche
ultima rivista airpress

I flussi elettorali: Afd e il suo successo

Ed ecco quel che aspettavamo: l’analisi dei flussi elettorali. Il 14.03.2016 Die Zeit ha pubblicato l’infografica che ci consente di fare due considerazioni aggiuntive a quello che è stato già detto.

http://www.zeit.de/politik/deutschland/2016-03/waehlerwanderung-landtagswahlen-parteien-cdu-afd-nichtwaehler
http://www.zeit.de/politik/deutschland/2016-03/waehlerwanderung-landtagswahlen-parteien-cdu-afd-nichtwaehler

La mappa è interattiva ed è quindi possibile, accedendo al link indicato, osservare le variazioni per ciascun partito (lato 2016).

Nel caso presentato ( Baden-Württemberg) si osserva qualche cosa di molto preoccupante, che forse ai più è sfuggito e che emerge anche nelle altre infografiche sul successo di AfD. Ciò che preoccupa, infatti, almeno dal mio punto di vista, non è che AfD abbia raccolto consenso tra le fila dell’SPD, della CDU, dei Verdi e pure della Die Linke, no. Questi sono spostamenti comprensibili: i temi trattati dalla retorica AfD, infatti, spaziano dalla tutela del lavoro e delle pensioni per i tedeschi, alla difesa dell’identità nazionale e delle frontiere, a una regolamentazione ferrea e il più limitativa possibile dei flussi dei migranti. Sono temi, in sostanza, che attraversano l’Europa e che fanno leva sulla pancia dell’elettorato. Un elettorato, quello che si osserva qua, di gente delusa dai propri partiti. Ma quello che sconcerta, che non accade per altri partiti, o per lo meno non in forma così evidente, è la capacità di aver mobilitato coloro che non erano andati a votare (nichtwähler). Questo è il dato allarmante: che una forza populista, xenofoba ed euroscettica, che è divenuta sempre più violenta nella sua propaganda, tanto che le due esponenti di spicco del partito hanno ipotizzato anche il ricorso alle armi da fuoco contro i migranti, pure donne e bambini, sia stata capace nel giro di poco tempo di convincere coloro che non avevano votato a partecipare. Uno smacco poderoso per i partiti tradizionali e per le sinistre in special modo.

Un’altra osservazione che va fatta è che sono riusciti ed essere convincenti nei confronti anche di elettrici ed elettori di “Altri Partiti”. Di fatto sono il partito che più di ogni altro è riuscito non solo a mobilitare elettori che erano rimasti assopiti, ma anche a diventare polo concentratore di consenso per la galassia dei partiti o,…

L’SPD dovrà fare una seria riflessione, molto autocritica, poiché il suo appiattimento sulla linea CDU l’ha resta meno credibile all’interno del suo elettorato, non attraente per chi non aveva votato e anche poco convincente per i nuovi elettori (Erstwähler). Tempi difficili. Saranno tempi difficili.

 

×

Iscriviti alla newsletter