Matteo Salvini e Franco Gabrielli presentano il nuovo calendario della Polizia di Stato 2019. Le foto

Tex Willer e Dylan Dog come le squadre mobili o la polizia scientifica, Nathan Never come i Nocs o la polizia stradale. Mescolateli come volete e il risultato finale sarà il calendario della Polizia di Stato 2019, illustrato da maestri del fumetto che hanno tratto spunto dalle attività quotidiane dei vari reparti per creare tavole d’autore. I fumettisti che hanno lavorato al progetto sono Bruno Brindisi, Roberto De Angelis, Raffaele Della Monica, Luca Raimondo, Stefano Casini, Raul e Gianluca Cestaro, Max Bertolini, Walter Venturi, Daniele Bigliardo, Luigi Siniscalchi e Jonathan Fara. Brindisi, De Angelis e Raimondo disegnano per la storica casa editrice Bonelli i personaggi di Tex, Dylan Dog e Nathan Never, il giovane Fara è l’autore del Commissario Mascherpa prodotto dalla Ps.

Alla presentazione c’erano il ministro Matteo Salvini e il capo della Polizia, Franco Gabrielli, con il presidente dell’Unicef Italia, Francesco Samengo, visto che per il 18° anno parte del ricavato della vendita del calendario sarà devoluto alla onlus per il progetto Yemen mentre altri fondi andranno al Piano Marco Valerio a sostegno dei figli minori dei dipendenti della Polizia affetti da gravi patologie.

Salvini ha approfittato dell’occasione per sottolineare che il “comparto sicurezza italiano è uno dei migliori del mondo” e per questo è “ammirato, copiato, studiato”. Un calendario a fumetti può avvicinare i ragazzi a un’istituzione come la Polizia, ha aggiunto il ministro, che a proposito di giovani ha annunciato di volersi occupare della violenza a danno dei giovani arbitri nelle partite minori: solo quest’anno in 300 sono finiti all’ospedale. Salvini incontrerà il presidente dell’Aia, Marcello Nicchi: “Fine dell’impunità”, ha detto, come per quelli che aggrediscono chi indossa la divisa.

ultima modifica: 2018-11-13T16:25:17+00:00 da Francesca Scaringella