L’operaio in Italia? 3 turni di boogie woogie