Petrocelli salva la poltrona ma l’accordo con i russi è saltato