Cina? Fragile e sopravvalutata. L'Italia non cadrà nelle sue braccia. Parla Fingar

Secondo Thomas Fingar, professore alla Stanford University ed ex direttore del National Intelligence Council, “stiamo sopravvalutando la Cina e il suo soft power. Il Paese non è pronto per assumere la responsabilità di garantire la stabilità del mondo”