Ecco come la Nasa ha scoperto 7 nuovi pianeti abitabili. Il video

Il 23 febbraio il doodle di Google, ovvero il logo animato della homepage del sito, celebrava un’importante scoperta fatta dalla Nasa. Un team di astronomi guidati da Michaell Gillon dell’Institut d’Astrophysique et Géophysique, dell’Università di Liegi in Belgio, hanno scoperto pianeti abitabili a 39 anni luce dalla Terra.
Questa scoperta è collegata alla stella Trappist-1, nel maggio del 2016 se ne parlò perché si scoprirono tre pianeti che le giravano intorno. Oggi i pianeti che ruoterebbero intorno alla stella Trappist-1 sono sette, questa scoperta, però, non conferma la presenza di forme di vita attuali ma condizioni adatte per poterne sviluppare in futuro.

“Si parla essenzialmente della presenza di acqua allo stato liquido, a cui si associano altri parametri come la presenza di carbonio. Ma non basta. Per capire se un pianeta è realmente ospitale per la vita, bisogna capirne la sua atmosfera. Se troppo forte avrebbe le condizioni inospitali di Venere, se troppo debole sarebbe soggetta a radiazioni che renderebbero impossibile lo sviluppo della vita. Cercare di capire queste caratteristiche sarà il compito delle prossime osservazioni. Ci sarà bisogno di anni e di estesa collaborazione tra ricercatori”.

(Continua  Ecco le nuove scoperte della Nasa: 7 nuovi pianeti tutti i dettagli” )

 

ultima modifica: 2017-02-24T14:53:37+00:00 da Redazione

 

 

 

Chi ha letto questo articolo ha letto anche: