Ecco come 4 gatti bloccano una città

Ecco come 4 gatti bloccano una città
Manifestare è un diritto, ci mancherebbe, ma possibilmente senza calpestare i diritti altrui, di chi a lavorare vuole andare.

Caro direttore,
ecco come quattro gatti comunisti (e mi scuso con i nostri amici felini) bloccano viale Trastevere, a Roma. Svariate linee di bus e il tram 8, arteria fondamentale che collega una delle periferie al centro (piazza Venezia).

Manifestare è un diritto, ci mancherebbe, ma possibilmente senza calpestare i diritti altrui, di chi a lavorare vuole andare. Ci sta che un corteo di migliaia di persone attraversi le strade cittadine per qualche ora, ma che a un centinaio di persone che potrebbero manifestare tranquillamente sull’ampio marciapiede venga consentito di bloccare una delle vie principali della città e il trasporto pubblico credo che accada solo in Italia tra i paesi civili.

Poi ci sarebbe l’altra anomalia degli scioperi (soprattutto del trasporto pubblico) quasi sempre di venerdì. Ad essere maliziosi si potrebbe pensare per incoraggiare chi non è di turno nel weekend a farsi un bel ponte. Una furbata che a mio avviso deve finire.

Non ne verrebbe compromesso il diritto di sciopero, ma anzi forse tutelato, se il legislatore vietasse scioperi nei servizi pubblici essenziali di venerdì, lunedì, e nei giorni pre e post festivi.

ultima modifica: 2017-11-10T15:01:24+00:00 da Redazione

 

 

 

 

Chi ha letto questo articolo ha letto anche: