Sarà Mara Carfagna la candidata premier di Silvio Berlusconi? Foto di Umberto Pizzi

Al momento è solo un’ipotesi, ma di quelle che ritornano ciclicamente, a conferma del fatto che qualcosa di vero dovrebbe pur esserci. Mara Carfagna potrebbe essere il nome sul quale punterà Silvio Berlusconi come candidato premier di Forza Italia alle prossime elezioni. L’idea – già raccontata in passato da Formiche.net – è stata rilanciata negli ultimi giorni da numerosi organi di stampa. Tra cui anche Dagospia, secondo cui il Cavaliere avrebbe già fatto sondare il gradimento che riscuote presso gli elettori di centrodestra l’ex ministro alle Pari opportunità. E il risultato sarebbe stato lusinghiero, nel senso che tra i cinque nomi oggetto del rilevamento Carfagna si sarebbe posizionata al primo posto. Le competitor, di cui non è nota l’identità, sarebbero tutte donne, perché Berlusconi – nell’ipotesi di non poter correre in prima persona – starebbe pensando molto seriamente di affidare questo ruolo, appunto, a una donna.

Nessun commento, ovviamente, da parte della diretta interessata che in quest’ultima legislatura ha visto salire le sue quotazioni non solo all’interno di Forza Italia ma in tutto il panorama politico, avversari inclusi. Non è detto ovviamente che spetterà a Carfagna guidare gli azzurri alle politiche – i nomi, in questo senso, si rincorrono – ma, di certo, anche nel prossimo Parlamento sarà uno dei volti di punta del partito del Cavaliere. Intenzionato – secondo i rumors – a non ricandidare molti degli uscenti, ma non a rinunciare al suo ex ministro, per la quale si è anche parlato a più riprese, in passato, di un possibile futuro da candidata del centrodestra alla presidenza della Campania. Uno scenario troppo lontano per fare pronostici, considerato che si voterà nel 2020. Molto meglio concentrarsi sulle politiche del prossimo anno, alle quali Carfagna sarà, in ogni caso, una delle protagoniste di Forza Italia.

Nella gallery alcune delle foto che Umberto Pizzi ha scattato in questi anni a Mara Carfagna.

(Foto di Umberto Pizzi/Riproduzione riservata)

ultima modifica: 2017-07-28T20:54:28+00:00 da Andrea Picardi