Carfagna, Chiocci, Di Segni, Giachetti e Pacifici alla presentazione del libro di Alberto Mieli. Foto di Pizzi

Alberto Mieli, uno degli ultimi deportati romani nei campi di sterminio nazisti ancora in vita, ha presentato ieri – lunedì 25 gennaio – al MAXXI il suo nuovo libro Eravamo ebrei – Questa era la nostra unica colpa (Marsilio editore) scritto a quattro mano con sua nipote Ester Mieli. Nel libro, il nonno Mieli, a settant’anni dalla sua deportazione nel campo di concentramento di Auschwitz, racconta aneddoti, luoghi, e torture subite a sua nipote.

Sono intervenuti Riccardo Di Segni, rabbino capo della Comunità ebraica di Roma, Mara Carfagna, portavoce del gruppo di Forza Italia alla Camera, Roberto Giachetti, vicepresidente della Camera e candidato alle primarie del Pd a Roma, Francesco Spano direttore generale dell’UNAR. Ha moderato Riccardo Pacifici, già presidente della comunità ebraica di Roma.

(Foto: Umberto Pizzi – Riproduzione riservata)

Condividi tramite

Guarda le altre gallery fotografiche