Tra Ambiente, Energia e fondi per i produttori di tabacco, la sessione a Strasburgo si prevede particolarmente intensa questa settimana
Progressi della Turchia verso l´adesione, situazione in Birmania e Cina dopo le catastrofi naturali e contesto politico in Libano, sono solo alcuni dei temi all´ordine del giorno della sessione di oggi del Parlamento europeo. In particolare, in discussione a Strasburgo oggi è il tema delle sanzioni penali per chi danneggia l´ambiente. Il Parlamento è chiamato ad approvare definitivamente una direttiva che istituisce un elenco minimo di reati ambientali gravi che dovranno essere sanzionati penalmente in tutta l’UE. Gli Stati membri potranno stabilire norme penali più stringenti. La tipologia e l’entità delle sanzioni saranno fissate a livello nazionale. E qualche buona notizia arriva anche per i “fumatori”, in plenaria, infatti, viene presentata una relazione che chiede di estendere il finanziamento del Fondo comunitario del tabacco dal 2009 al 2012 e di prorogare il regime di aiuto ai produttori di tabacco fino alla stessa data. Suggerisce inoltre di finanziare il Fondo, che promuove azioni di informazione e sensibilizzazione, trasferendo il 6% degli aiuti, anziché il 5%, ossia 81 milioni di euro.
A margine della sessione, infine, la commissione per l´industria, la ricerca e l´energia dovrebbe adottare una relazione (siglata dal nostro La Russa) sulla proposta di direttiva relativa a norme comuni per il mercato interno del gas naturale.
 
Condividi tramite