Skip to main content

A scuola di digitale

È ormai noto che l’innovazione digitale e la green economy sono due opportunità concrete per far tornare a crescere il nostro Pil. Allora non dobbiamo rischiare di perderle. Anzi, perché non cominciare tra i banchi di scuola a insegnare quanto puntare su di un business digitale, realizzato in funzione dello sviluppo sostenibile, possa essere il nostro futuro?

La kermesse di “Urban Innovation Academy”, organizzata a Monza il 19 e 20 novembre scorsi dal comitato di Nuvolaverde, ha promosso una serie di lezioni che hanno avuto come tema proprio l´educazione all´innovazione urbana. Insegnanti principali sono stati esperti internazionali e attori di imprese globali, che rappresentano il cuore di Academy, insieme ai corsi on-line per amministratori, imprese, professionisti e studenti.

Durante l´evento, svolto in collaborazione con il Comune di Monza e la Camera di commercio di Monza e Brianza, è stata lanciata anche la piattaforma social network, Città del nuovo mondo, presentata dal fondatore e presidente di Nuvolaverde Enzo Argante e utilizzabile già entro la fine di novembre. Inoltre, è stata presentata l´ora digitale nelle scuole, a L´Aquila e a Monza (in fase sperimentale) con il programma streaming Vita Digitale che accompagnerà i ragazzi di seconda e terza superiore attraverso i nuovi mondi sostenibili disegnati dal digitale.

Molte le figure che si sono avvicendate in questi due giorni, fra cui Chris Luebkeman director innovation Aruo San Francisco, Nicola Villa Global director urban innovation Cisco, Gordon Falconer director internet business solution group Cisco, Euro Beinat di Current city foundation e Valerio Zingarelli cto Expo 2015. Vincenzo Boccia, presidente di Piccola Industria Confindustria, durante la manifestazione ha annunciato il programma Adotta una start up rivolto a 150mila piccole imprese italiane ed è stato presentato anche il network Primavera Digitale che aggrega venti città italiane allo scopo di diffondere la cultura dell´innovazione sul territorio con azioni mirate.

Presidente onorario di Nuvolaverde è il Ministro Corrado Clini, che con il ministero dell´Ambiente promuove infatti il comitato, il quale ha affermato che si sono gettate le fondamenta per far diventare Nuvolaverde “il treno e il binario principale su cui costruire un programma nazionale di disseminazione delle esperienze di cultura per la sostenibilità” a livello di amministrazione, di impresa, di professionisti e di studenti.

Prefiggendosi l´obiettivo di individuare l´educazione e l´innovazione urbana per la ricerca e il business anche per la Pubblica amministrazione, con uno sguardo alle esperienze del panorama internazionale, il comitato Nuvolaverde è nato per promuovere lo sviluppo sostenibile attraverso l´economia digitale, formando un raccordo tra pubblico e privato per un sistema ispirato alla green economy.   Nuvolaverde, inoltre, ha avviato progetti sperimentali con partner pubblici e privati in vari settori: mobilità condivisa elettrica per i centri storici italiani; piattaforma digitale per la fruizione e la valorizzazione dei beni culturali e ambientali; accademia del consumo responsabile; analisi del sistema di gestione digitale per la sostenibilità nelle imprese; impronta di sostenibilità per le città.

È proprio il business digitale, realizzato in funzione dello sviluppo sostenibile, che rappresenta la caratteristica per partecipare al programma di lavoro, qualificando Nuvolaverde come luogo incubatore di nuovi progetti.

×

Iscriviti alla newsletter