Sicilia contro Usa. L’ultima follia

Sicilia contro Usa. L’ultima follia
Un gruppo organizzato (da chi?) di cittadini e l’immancabile Procura hanno deciso di opporsi alla realizzazione di un’opera strategica per la difesa Usa e occidentale: il Muos.

I movimenti “No qualunque cosa” sono diventati una costante del sistema Italia e quasi non fanno più notizia. Una partita delicatissima si sta però svolgendo da molte, troppe, settimane in Sicilia. Un gruppo organizzato (da chi?) di cittadini e l’immancabile Procura hanno deciso di opporsi alla realizzazione di un’opera strategica per la difesa Usa e occidentale: il Muos. Il Mobile User Objective System è un sistema di comunicazioni satellitari (Satcom) ad altissima frequenza (Uhf) e a banda stretta che integrerà forze navali, aeree e terrestri in movimento in qualsiasi parte del mondo ed ha l’obiettivo di rimpiazzare l’attuale sistema satellitare Ufo. Il Muos è composto da quattro satelliti e quattro stazioni di terra. Una di queste è in fase di realizzazione in Sicilia, nei pressi di Niscemi. Apriti cielo!

La procura di Caltagirone ad ottobre aveva provato a sequestrare la stazione radio Muos du Niscemi (decisione poi annullata dal Tribunale della Libertà) quindi è stata la volta del Comitato NoMuos e delle proteste che sono arrivate alla Regione dove il neo presidente, invece di mostrarsi impermeabile alle assurde e strumentali richieste di stoppare un’opera strategica a livello internazionale, ha spiegato che sarebbe “allo studio una strategia per bloccare il Muos”. Parole gravissime che non tengono conto degli impegni presi e dell’importanza che l’Italia ha e può avere nella geografia della difesa globale e nell’alleanza con gli Stati Uniti. Su questo, ancora una volta, servirebbe chiarezza e non quell’ambiguità che rende il nostro sempre meno credibile.

ultima modifica: 2012-12-15T11:52:57+00:00 da Formiche.net
  • L’immancabile procura? Un gruppo organizzato (da chi?) di cittadini? O giovani e meno giovani, padri e madri, lavoratori e disoccupati, bambini, adolescenti, medici, parrocchie, scout, la protezione civile, svariate associazioni, ricercatori, l’amministrazione comunale tutta e dunque la maggior parte della società civile? Se volete il Muos sopra le vostre teste (per non dire altro) perché non venite a prenderlo e magari ve lo piantate in giardino? Vergogna! Questo “post” non merita alcun commento se non questo…pace e bene

    Francesco Buccheri
    p.s.: perché non vi firmate? L’anonimato non depone certo a vostro favore…

  • Francesco Conti

    Ma che razza di articolo è?

  • Siete degli emeriti ignoranti (denunciatemi pure, posso dimostrarlo) e
    scrivete baggianate, magari al soldo (voi sì) di qualcuno. Sono pronto a
    dimostrarvi, carte alla mano, che ci sono rischi per la salute e per
    l’aviazione civile; lo scempio della Sughereta è evidente a tutti coloro
    che abbiano onestà intellettuale residua. Infine, bisogna poprio essere
    in malafede per affermare che saremo protetti da un sistema che sarà
    uno degli obiettivi militari maggiormente sensibili del pianeta.

    Gentilmente, diteci chi vi paga.

  • QUESTE ABBERRANTI RIGHE HANNO IL SOL SCOPO DI PROMUOVERE LA TESTATA GIORNALISTICA SUI SOCIAL NETWORK , CREANDO POLEMICHE AD DOC ACCENDENDO UN CERTO INTERESSE E POSSIBILMENTE COSI RAGGIUNGERE UN MAGGIOR NUMERO DI LETTORI (QUALCUNO PER TIRARE LA CARRETTA DEVE REINVENTARSI YANKEE!!) .

    UNA SOL COSA RITENGO SIA GIUSTA ED E’ NEL TITOLO: “SICILIA VS USA -L’ULTIMA FOLLIA” ..SI , L’ULTIMA STRAORDINARIA, MERAVIGLIOSA FOLLIA PER LA PACE IN UNA TERRA TROPPO SPESSO VIOLENTATA, PER LA SALUTE DEI NOSTRI FIGLI ..CHE POSSANO VIVERE PER I GIORNI CHE VERRANNO IN UN TERRITORIO DI PACE E GIUSTIZIA SOCIALE ..LO DICO DA ITALIANO DI SICILIA E SICILIANO DI NISCEMI.

  • Cristina

    Un’opera militare per le strategie di OFFESA USA e la difesa di nessuno, tanto meno quella dell’Occidente. I siciliani vogliono la pace e la costituzione italiana conferma che questo desiderio dovrebbe essere nei cuori di tutti gli italiani. DECIDERE o meno su questa cosa SPETTA A NOI.

    Cristina

  • manuela

    cari giornalisti (e voi chi siete?) VERGOGNATEVI!