E’ recentemente comparso su twitter l’hashtag #aperitour. Di cosa si tratta? Si tratta di una serie di incontri tra amici che condividono gli stessi ideali. Nati come occasione di confronto tra gli esponenti e simpatizzanti di Italia Futura, Zero + e Fare per Fermare il Declino dopo le recenti elezioni. Ovviamente indipendenti da questi movimenti: incontri informali, organizzati in rete e che al momento si sono tenuti a Milano e Roma, in osterie.

In particolare, molti iscritti a Italia Futura che si erano impegnati nella realizzazione di un progetto liberale e riformista non hanno poi trovato risposta alle loro aspettative in quello che poi si è rivelato il movimento politico che si è presentato alle elezioni. Per la verità, alcuni aderenti a Italia Futura avevano espresso le loro riserve fin dalla nascita di Verso la Terza Repubblica, che aveva visto confluire con indicazioni imposte dall’alto e senza che la base fosse informata, culture e sensibilità talmente eterogenee da far dubitare molto sulla reale identità e possibilità di successo. I messaggi che sono passati erano confusi e sicuramente non indirizzati al giusto target, si mormora nelle riunioni in osteria di ex montezemoliani ed ex gianniniani.

Gli ammiccamenti di alcuni esponenti nei confronti del Pd, Andrea Olivero e Lorenzo Dellai in particolare, gli appelli al voto disgiunto in Lombardia che hanno mortificato l’iniziativa di Gabriele Albertini e l’assenza di un messaggio chiaro e comprensibile, hanno indotto l’elettorato di riferimento a votare per il Pdl o per Beppe Grillo. In sintesi, l’obbiettivo del superamento della soglia d’ingresso è stato appena raggiunto, nel caso di Scelta Civica, con il risultato però di essere oggi sostanzialmente ininfluenti. E, nonostante alcuni commenti di soddisfazione da parte degli esponenti del movimento montiano, non credono che questo si possa definire un buon esito. Chi partecipa agli incontri? Ci sono Piercamillo Falasca di Zero+, Massimo Brambilla di Italia Futura Mondo, Massimiliano Raffa di Italia Futura Roma e Romano Perissinotto di Italia Futura Lombardia. Tutti guardano con interesse le mosse di Matteo Renzi, ma in un nuovo contenitore politico, in cui si possano riconoscere anche militanti e simpatizzanti del Pdl.

Condividi tramite