Caro Beppe, sii costruttivo. E‘ l’immaginaria lettera che il Grillo della finanza, alias Diego Della Valle, ha inviato al Grillo della politica attraverso La 7.

Il patron di Tod’s, nel corso di Otto e Mezzo condotto da Lilli Gruber, è stato meno effervescente delle interviste ai giornali, come l’ultima rilasciata a Giovanni Pons di Repubblica, eppure i messaggi sono stati chiari, seppure meno scoppiettanti di quelli che qualche osservatore si attendeva.

Consigli per il leader del Movimento 5 Stelle? Della Valle non è entrato troppo in dettagli. Ha comunque elogiato di fatto la ventata di cambiamento innescata dai grillini, però ha inviato Grillo a essere costruttivo, vista la situazione politica. E, quindi, di cercare con “buona volontà una strada per il bene del Paese”.

E qual è il bene del Paese? Mister Tod’s è sicuro: “Approvare una legge elettorale chiara, seria e che produca un vincitore certo e non una palude politica”. E poi, “tornare al voto”.

Per le prossime elezioni Della Valle auspica un connubio tra la buona politica già presente in alcuni movimenti e la nuova politica. Nuova politica? Ovvero: “Giovani in gamba, persone capaci, esponenti della società civile”, ha detto Della Valle. Una nuova Scelta Civica? Chissà.

Della Valle for premier? Chissà. La risposta non c’è perché la domanda non è stata posta.

Condividi tramite