La comparazione online permette di esaminare tutti i dettagli dei prestiti personali, per individuare il finanziamento più conveniente e adatto alle proprie esigenze.

Crisi economica e stretta creditizia rendono difficile ai più ottenere un prestito. In mancanza delle garanzie generalmente richieste dagli istituti di credito (banche o finanziarie), sono molti i consumatori che preferiscono attendere a presentare domanda. In certe situazioni, il credito al consumo è, però, una scelta obbligata cui non si può rinunciare. Per individuare il prestito personale che meglio risponde alle proprie necessità, è consigliabile prima di tutto mettere i prestiti più convenienti del momento a confronto, utilizzando gli appositi portali di comparazione.

Il confronto dei migliori prestiti on line deve anzitutto riguardare i due indicatori Tan e Taeg. Entrambi sono espressi in valore percentuale e indicano rispettivamente il Tasso Nominale Annuo, vale a dire l’interesse applicato al finanziamento e, il Tasso Annuo Effettivo Globale, noto anche come Indicatore Sintetico di Costo Complessivo (ISCC). Questa seconda voce, a differenza del prima, indica l’ammontare complessivo del prestito, comprensivo degli interessi e di tutte le voci accessorie obbligatorie (come, ad esempio, le polizze assicurative stipulate a garanzia del credito). È importante tenere sempre presente questa distinzione per evitare di lasciarsi suggestionare dalle pubblicità, che promettono prestiti “a tasso zero”: nella maggior parte dei casi, questa dicitura – utilizzata volutamente per far presa sui potenziali richiedenti – si riferisce al solo Tan.

Informarsi adeguatamente sulle condizioni economiche del prestito prescelto è essenziale al fine di individuare un prodotto in linea con le personali possibilità finanziarie ed evitare spiacevoli cas di insolvenza bancaria.

Dopo aver considerato i costi, bisogna soffermarsi sulle condizioni del prestito, alcune delle quali possono essere particolarmente vantaggiose per il contraente, come ad esempio l’erogazione anche in caso di disguidi bancari, la possibilità di saltare una o più rate, la possibilità di apportare delle modifiche sull’importo di ogni rata o sulla durata totale del prestito.

Tutte queste condizioni sono illustrate appunto nei portali di comparazione, che offrono in questo senso un aiuto valido e completo per la scelta del prestito.

Spesso sono messi a disposizione anche i fogli informativi delle banche stesse che hanno più informazioni dettagliate, in modo che l’utente possa informarsi più a fondo prima di decidere in che istituto chiedere il finanziamento.

Condividi tramite