Thorne conferma: i new media (alla Grillo) fanno bene alla politica italiana

Thorne conferma: i new media (alla Grillo) fanno bene alla politica italiana

“Le mie parole hanno suscitato interesse. L’uso dei new media è positivo per il sistema politico italiano”. Con queste parole, pubblicate su Twitter, l’ambasciatore degli Stati Uniti in Italia, David Thorne, ha risposto (senza smentite) alle polemiche generate dopo l’intervento di questa mattina al Liceo Visconti di Roma.

Parlando ai ragazzi, il rappresentante del governo americano a Roma ha detto: “Voi giovani siete il futuro dell’Italia. Voi potete prendere in mano il vostro Paese e agire, come il Movimento 5 Stelle, per le riforme e il cambiamento”. Poi ha aggiunto: “So che ci sono problemi e sfide in questo momento, problemi con la meritocrazia, ma voi potete prendere in mano il vostro Paese e agire, come il Movimento 5 Stelle, per le riforme e il cambiamento. Spero che molti di voi daranno un contributo positivo in questo senso per il vostro Paese”.

“L’America vuole Italia a 5 stelle per riforme e vero cambiamento”, ha risposto, sempre su Twitter, il Movimento 5 Stelle Roma. Ma le contestazioni sono arrivate subito. Dal Pd lo scontento è stato manifestato dal deputato Michele Anzaldi, che considera il commento di Thorne una “gravissima ingerenza nelle vicende italiane”. Ha chiesto che le parole fossero confermate e che il ministro degli Esteri, Giulio Terzi, chieda subito spiegazioni di quanto è stato detto.

La protesta è arrivata anche dal Pdl: “Dopo le dichiarazioni irresponsabili di Migliavacca che ritiene normale prevedere una richiesta di arresto per Berlusconi… ci si mette anche l’ambasciatore degli Stati Uniti a trinciare giudizi sulle vicende politiche interne di un Paese da sempre amico ed alleato… Siamo in attesa che il governo americano chiarisca che cosa ha voluto dire il suo ambasciatore con l’intervento di questa mattina al Liceo Classico Visconti di Roma”, ha detto a Republica.it Carlo Giovanardi.

ultima modifica: 2013-03-13T16:14:54+00:00 da Rossana Miranda

Chi ha letto questo articolo ha letto anche: