Vestite da suore, rosario in mano, tre donne sono state arrestate con due chili di cocaina nel corpo in un aeroporto dell’isola di San Andrés in Colombia. A tradirle, il tessuto degli abiti, che non era quello tipicamente usato dalle religiose. Un’altra prova dell’infinita fantasia dei narcotrafficanti che ancora operano nel paese sudamericano.

Secondo il quotidiano El Tiempo, le donne travestite da suore erano giunte in un volo proveniente da Bogotá. Si tratta di Mayerlis Lorena Gonzalez (20 anni), Iris Angelica Baldes (32) e Diana Milena Gallego (37).

“Nel nostro aeroporto abbiamo degli esperti il cui compito è quello di osservare i passeggeri”, ha spiegato il capitano di San Andrés, Oscar Davila. “Uno di loro ha notato che le tre donne erano nervose e che d’altra parte il tessuto degli abiti che portavano non è quello tipico usato dalle religiose”. Le “narco-suore” avevano la droga incollata alle gambe con una sorta di silicone e dei nastri isolanti.

Condividi tramite