Contro i rincari assicurazione moto, Ancma chiede una commissione permanente che coinvolga Ania e Consumatori. Prezzi ancora troppo legati alle polizze auto.

La situazione polizze in Italia ha raggiunto un livello di esasperazione mai conosciuto prima. Per fortuna che almeno la rete consente ai cittadini di tenersi informati e di porre le assicurazioni più convenienti a confronto fra loro, dando loro la possibilità di strappare prezzi accessibili. Per il resto, non c’è verso di ricevere notizie confortanti dal settore e negli ultimi tempi anche i motociclisti hanno avuto ottimi motivi per alzare la voce in tema di coperture assicurative.

Non è possibile che i proprietari di moto e di ciclomotori debbano affrontare dei costi delle assicurazioni come se stessero stipulando una polizza auto. Questo è quanto ha lasciato intendere Confindustria Ancma nel chiedere che, oltre al tema dell’Rc auto, venga affrontato a livello istituzionale anche quello dell’Rc moto.

Secondo l’Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori serve, in particolare, che sul tema assicurazione moto venga istituita una commissione permanente che, promossa dal Ministero dello Sviluppo Economico, coinvolga tutte le parti interessate a partire dall’Ania e fino ad arrivare alle Associazioni dei Consumatori.

La proposta formulata dall’Ancma arriva tra l’altro dopo pochi giorni quella del Consiglio Nazionale degli Attuari sull’Rc auto, che ha trovato anche il favore anche dell’Associazione Nazionale fra le Imprese Assicuratrici. D’altronde se il settore auto e quello delle moto in Italia fanno registrare oramai da tempo una forte contrazione delle immatricolazioni è anche perché i costi assicurativi sono molto alti.

È questo secondo l’Ancma uno dei principali motivi per cui in Italia non si acquistano veicoli, elemento aggravato dall’attuale congiuntura economica. I dati dell’ultima indagine conoscitiva dell’Autorità Garante per la Concorrenza ed il Mercato parlano chiaro: nel periodo dal 2007 al 2010, il costo delle assicurazioni obbligatorie di responsabilità civile sono aumentate a due cifre per i 18enni, così come le Rc per i motocicli sono addirittura aumentate oltre il 30% a carico degli assicurati 40enni.

 

Condividi tramite