Profumo di nuovi soci al Monte dei Paschi di Siena

Profumo di nuovi soci al Monte dei Paschi di Siena

Restituzione dei Monti-bond, governance e Fondazione Mps. I nodi che deve sciogliere l’istituto senese sono questi, ma il Monte dei Paschi sembra andare nella direzione auspicata dal mercato e suggerita esplicitamente dalla Banca d’Italia e dalla Commissione europea.

Il tetto al 4% del diritto di voto

Ieri, scrive MF – MIlano Finanza, il consiglio di amministrazione della banca senese ha deciso di eliminare il tetto al 4% del diritto di voto per i soci diversi dalla Fondazione Mps. “Con questa modifica statutaria, sponsorizzata fortemente dal presidente Alessandro Profumo, sarà più semplice rendere appetibile la Rocca e individuare un nuovo socio che sottoscriva l’aumento di capitale previsto per il 2014. La palla a questo punto passa ai soci che dovranno esprimersi nell’assemblea convocata per giovedì 18 luglio”.

Il ruolo del Comune

Gli occhi sono puntati ovviamente sulla Fondazione, che è ancora l’azionista di riferimento della banca con il 34%. “Anche se il presidente uscente Gabriello Mancini non dovrebbe opporre resistenza sulle modifiche statutarie, all’interno delle due deputazioni ci potrebbe essere un animato dibattito sulla materia. Tanto più che il tema è stato al centro della recente campagna elettorale per le elezioni comunali”, prosegue MF.

Senesità del Monte in discussione?

Il neosindaco Bruno Valentini “ha scelto un approccio realista e responsabile, ma non potrà certo esimersi dal dar voce ai mal di pancia della cittadinanza. In particolare il timore è che l’eliminazione del tetto al diritto di voto possa aprire la strada a un socio che metta in discussione la senesità del Monte. Valentini ha chiesto esplicitamente ai vertici della Fondazione di non prendere alcuna decisione sulla vicenda prima del suo insediamento e, probabilmente, aspira a intavolare una trattativa con Profumo”, conclude.

ultima modifica: 2013-06-14T11:44:59+00:00 da Elisa Maiucci

Chi ha letto questo articolo ha letto anche: