Homeless. Barbe ingrigite e lunghe, profonde come radici che affondano nelle nostre anime mentre guardiamo le immagini di uomini e donne che unico rifugio hanno la strada. Anime che escono dagli occhi persi e pieni di solitudine, rughe rese ancora più profonde dalla sporcizia annidata nei pori. Dignità, tanta, in quei volti, nonostante il dolore. E noi che ci poniamo di fronte incontriamo negli sguardi di questa immensa umanità, in questi bellissimi ritratti di homeless del fotografo Lee Jeffries, gli stessi sguardi che incontreremmo nei poveri di casa nostra, nei poveri del mondo intero.

La capacità di sondare con l’obbiettivo da parte di Lee Jeffries è pari all’empatia che dimostra nello stabilire un dialogo con gli ultimi, la vicinanza di quei visi che escono dalle profondità di luoghi nascosti ai nostri sguardi è una denuncia di quanto avviene ai diseredati che in un tempo frenetico di lavoro e d’affetti, non adeguandosi rimangono indietro e si perdono.

Uomini di ogni età, donne e bambini, la solitudine non conosce limite anagrafico per recare con se le tracce dell’indigenza. Quello che affascina e ti fa andare via con il cuore gonfio ed il capo chino è che qualcuno quelle facce le ha immortalate per raccontarle. Per accendere su di loro almeno per qualche momento una luce d’attenzione.

Questa grande esperienza che ci muta anche solo per un attimo ha lasciato una traccia profonda nella vita di Lee Jeffries, il quale dice che dopo ciò, nulla è più stato come prima. E noi gli crediamo e lo capiamo anche dal lavoro accurato che ha saputo offrire a questi amici ai quali ha dedicato il suo scatto più attento in una sequenza di piani sfalsati di poca profondità focale, dove le sfocature sottolineano un dialogo concesso, una fiducia meritata, perché quell’obbiettivo ha saputo sondare nell’anima dell’uomo nascosto dietro la sua inadeguatezza e la nostra indifferenza.

Lee Jeffries, 41 anni, vive a Manchester nel Regno Unito.
La mostra fotografica Homeless viene presentata a Roma in anteprima mondiale.

HOMELESS – fotografie di Lee Jeffries
19 ottobre 2013 – 14 gennaio 2014
MUSEO DI ROMA IN TRASTEVERE
Piazza Sant’Egidio 1/B – Roma

Scritto da Teresa Mancini / BYCAM

 

Condividi tramite