Caro direttore,

su Twitter quest’oggi non ho potuto fare a meno di notare il guru economico di Matteo Renzi, Gutgeld, che tuonava contro i rialzi tariffari e, in un duetto con il corrierista di punta Dario Di Vico, indicava nell'”inflazione dei servizi” un nuovo “male oscuro”.

Due appunti:

1) l’inflazione dei servizi, di per sé, non è né un bene né un male. Lo è solamente se nella fissazione dei prezzi interviene una distorsione artificiale, ma questo vale anche nell’inflazione dei beni fisici. Come i pacchetti delle sigarette, i cui rincari sono determinati in larga misura da aumenti fiscali (Iva e accise) che non rispondono affatto a dinamiche di mercato ma sono manipolazioni della mano pubblica.

2) per quanto riguarda i rincari tariffari, Gutgeld potrebbe farsi dare qualche ripetizione da Matteo Renzi che come ex presidente di Provincia qualche idea su strade e tariffe se l’è fatta eccome, anche per la frequentazione con una personalità come Fabrizio Palenzona.

Cordiali saluti

Leopoldo Voronhoff 

Condividi tramite