Ecco tutte le ultime indiscrezioni dalla galassia liberal-democratica Alde alle prese con la lista da presentare alle elezioni europee. Entro domattina sarà tutto chiaro.

Guy Verhofstadt ha presentato – in un incontro non pubblico tenuto venerdì – un simbolo in cui soddisfa le attese dei montiani di Scelta Civica: Scelta Europea – come già annunciato nella conferenza stampa di presentazione – ma con i caratteri tipici di SC (il baffo tricolore) e la scritta sopra Alleanza Liberali e Democratici Europei. Inoltre l’ex premier belga e leader accetta il principio del limite dei 3 mandati (con possibile eccezione per Cristiana Muscardini, leader dei Conservatori sociali, uno dei tre movimenti che hanno dato vita alla lista Alde) e comitato selezione delle candidature.

Poi, dopo l’incontro di Verhofstadt con Bruno Tabacci, Michele Boldrin e Cristiana Muscardini, Verhofstadt manda nuovo simbolo con Scelta Europea e i 3 simboletti compresi Fare e Centro Democratico, lasciando di stucco i montiani. Da qui, lo stallo. La situazione si chiarirà comunque stasera.

Nel frattempo Sonia Alfano, parlamentare IDV (e come tale in ALDE nel Parlamento Europeo) con simpatie grilline (candidata nel 2008 con gli Amici di Beppe Grillo), e che non ha accettato una candidatura nella lista Tsipras, ha tappezzato Palermo con manifesti con la sua immagine e la scritta e simbolo ALDE.

La confusione regna sovrana in Alde. Presto, comunque, un chiarimento definitivo.

Condividi tramite