E’ una nota amara quella che concede Silvio Berlusconi il giorno prima delle Europee. “Non poter votare mi pesa molto”, ha commentato all’uscita del centro “Sacra famiglia” di Cesano Boscone, dove ha trascorso il suo terzo giorno di servizi sociali.

Questo è solo uno degli effetti collaterali che prevede la sua condanna definitiva per il processo Mediaset. In questa campagna elettorale, il leader di Forza Italia non si è potuto candidare, non è sceso in piazza come invece hanno fatto i suoi due “competitor” Matteo Renzi e Beppe Grillo, ha dovuto controllare esternazioni, spostamenti, orari. Un (ex) Cavaliere a metà, descritto da Marco Damilano su Formiche.net, come “una vecchia gloria che si aggira in tv con argomenti d’antan”.

Il fondatore di Forza Italia, al di là di questo scoglio elettorale, dovrà fare i conti con diverse questioni. In primis la successione nel partito, visto che all’orizzonte non si vedono leader con il “quid” giusto e l’ipotesi dinastica, con il passaggio di testimone a Marina, lascia perplessi in molti.

Il sogno di Berlusconi poi di unire tutti i moderati per ora è lontano, coperto da tutti i battibecchi elettorali appena passati. Ma sembra questa l’unica strada per tentare di risollevare il centro-destra da terza forza del Paese a cui queste elezioni sembrano averlo destinato.

Ecco tutti gli approfondimenti di Formiche.net su Berlusconi e il centro-destra: 

Trionfa il tafazzismo nel Centrodestra? di Michele Arnese

Europee 2014, chi vincerà secondo Renzi, Grillo e Berlusconi. Di Fabrizia Argano

Ecco come evitare che il Centrodestra si sfracelli di Benedetto Ippolito

Istruzioni utili per il Centrodestra del futuro di Michele Arnese

Berlusconi, Alfano, Meloni e il rischio eutanasia per il Centrodestra spappolato di Lorenzo Castellani

Appunti per il Centrodestra post-Berlusconi di Alessandro Campi

Ecco le basi ideali per un vero Centrodestra popolare e liberale di Lorenzo Castellani e Santo Primavera

Perché serve un Marchionne al Centrodestra unito per tornare a vincere di Lorenzo Castellani e Santo Primavera

La marcia nel deserto del nuovo Centrodestra. Parla il giornalista Giancarlo Loquenzi sentito da Francesco De Palo

Il duopolio Pd-M5S è colpa di Berlusconi. Parla il politologo Galli

Marina Berlusconi può guidare il centro-destra senza temere le primarie. Parola di Lara Comi

Un centrodestra popolare per sconfiggere il PD e l’illusionista Renzi di Raffaele Reina

La suicida litigiosità del Centrodestra di Giovanni Di Capua

simbolo forza italia europee

Tutti i numeri e i candidati di Forza Italia

Il programma in pillole di Forza Italia

Condividi tramite