Stupita, ma solo in parte. Soddisfatta, ma non troppo. Comunque l’obiettivo principale – parlare e far parlare della Lista Tsipras di cui è responsabile comunicazione – è stato centrato. Anche se qualcuno che la conosce, su Twitter, si è chiesto: “Ma i mezzi giustificano il fine?“.

LA FOTO CON IL LATO B

“Ciao. E’ iniziata la campagna elettorale e io uso qualunque mezzo. Votate l’Altra Europa con Tsipras”. Paola Bacchiddu ha accompagnato questo messaggio con una sua foto in bikini, “lato B in primo piano”, ha notato oggi Alessandra Longo del quotidiano la Repubblica. Che cosa avrà detto Barbara Spinelli, uno degli esponenti di spicco della Lista Tsipras, che dell’uso del corpo delle donne secondo i “canoni berlusconiani” ha fatto un chiodo fisso polemico?

TRA COMUNICAZIONE E GIORNALISMO

Sta di fatto che Paola Bacchiddu è ormai quasi più nota della Lista Tsipras di cui è, come detto, responsabile comunicazione. Genialata comunicativa, dunque? Eppure lei non è una provetta comunicatrice, quanto piuttosto una giornalista free lance, appassionata e smaniosa al contempo, dagli interessi più svariati che solcano cultura e politica.

PAOLA BACCHIDDU SECONDO SE STESSA

“Sono nata a Sassari e ho cambiato, dai 3 anni in poi, 11 città. Mi sono fermata a Milano, dove sono approdata 20 anni fa”, dice di sé in un ritratto: “Ho iniziato a fare la giornalista nella redazione romana del Foglio, dove ho scritto di cultura. Nei quattro anni successivi ho lavorato in tv come corrispondente da Milano per l’emittente sarda Videolina, a zonzo per il Nord Italia. Ho imparato a girare e montare in digitale. Nel 2011 ho fondato con altri colleghi il giornale on line Linkiesta, curando il lancio della start-up e occupandomi della politica come cronista. Oggi – si legge in un suo profilo – scrivo per Panorama.it e lavoro per altre testate come video reporter”.

(VENDOLA E BOLDRINI PRESENTANO LA NUOVA SEDE DI SEL SOTTO L’OCCHIO DI PIZZI…)

Condividi tramite