La XXII edizione del Premio Feronia Città di Fiano Filippo Bettini si aprirà sabato 13 settembre alle 16,00, nella Sala Conferenze del Castello, con una Tavola Rotonda dal titolo “Portatori di una controproposta di civiltà”, la Voce degli Autori nella Società della Conoscenza a cura di Alberto Improda, dello Studio Legale Improda, dove verranno trattate le tematiche del diritto d’Autore. Al dibattito moderato da Paolo ZEFFERI di RAI News, interverranno: Corrado Morgia (Entroterra), Raffaella Celentano (SIAE), Elisabetta Ramat (SLC – CGIL), Laura Ippoliti (100 Autori), Angelo Argento (Working Group Culture), Maria Coscia (PD).

Seguirà alle ore 18,30 la cerimonia conclusiva del Premio Feronia Città di Fiano Filippo Bettini nella Corte d’onore del Castello con i saluti Istituzionali di Mario Lunetta per poi prendere il via la premiazione dei vincitori. La cerimonia sarà allietata da intermezzi di poesia e musica a cura di Federica Altieri con Maria Letizia GORGA e M.A. Trio, da testi di Bennato, Gadda, Pasolini, Magrelli, Sanguineti, Francesi.

Il  Premio Feronia Città di Fiano Filippo Bettini è un premio letterario internazionale organizzato dal Comune di Fiano Romano, che si svolge sotto l’egida dell’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e gode del Patrocinio del Senato e della Camera, del Ministero degli Affari Esteri, del Ministero per i Beni e le attività culturali, dell’UE e dell’UNESCO.

Il Premio Feronia Città di Fiano Filippo Bettini comprende quattro sezioni: Poesia, Narrativa, Saggistica, ed il riconoscimento speciale ad un Autore Straniero. La serata conclusiva, che sarà aperta dal Sindaco di Fiano Ottorino Ferilli e presieduta da Mario Quattrucci, avrà come madrina e presentatrice Paola Pitagora.

Il Premio, negli ultimi anni, è entrato a far parte degli eventi culturali più importanti, riscuotendo un forte interesse di stampa e di pubblico. Ricordiamo che nel 2000 ha ospitato, anticipando addirittura il Nobel, Gao Xingjian quando la giuria del Premio letterario Feronia Città di Fiano decise di attribuirgli il “Riconoscimento speciale a un autore straniero” battendo sullo scatto gli accademici di Svezia che gli conferirono il Nobel successivamente.

il Premio, nato nel 1992, giunge così quest’anno alla sua XXII edizione, ed  istituito con legge regionale, sostenuto dalla Presidenza della Regione Lazio e da varie istituzioni e associazioni tra cui l’SLC−CGIL (Sindacato Lavoratori della Comunicazione) e la FUIS (Federazione Unitaria Italiana Scrittori). La Giuria del Premio infatti, ha sempre rappresentato la punta di diamante del Premio, essendo composta da illustri nomi del mondo accademico e culturale tra cui ne ricordiamo alcuni quali: Gianfranco Baruchello, Cecilia Bello, Marcello Carlino, Tullio De Mauro, Franco Falasca, Giuliano Ferilli, Franco Ferrarotti, Ludovico Gatto, Mario Lunetta, Aldo Mastropasqua, Francesco Muzzioli, Stefano Paladini, Giorgio Patrizi, Lamberto Pignotti, Paola Pitagora, Mauro Ponzi, Mario Quattrucci, Fausto Razzi, Piero Sanavio, Chiara Valentini.

I premiati saranno: per la Poesia, Valerio MagrelliIl sangue amaro (Einaudi), per la Narrativa Maurizio BarlettaLe domeniche con Gadda (Robin Edizioni), per la Saggistica, Fausto Curi, Struttura del risveglio. Sade, Benjamin, Sanguineti. Teoria e modi della modernità letteraria (Mimesis). Come Autore Straniero verrà premiata Annie Ernaux, Il posto (L’Orma Editore) e per la categoria dei Piccoli scrittori Francesca De Vitis, Arianna Denisa David, Livia Di Bonifacio, Martina Sparnacci.

A conclusione della cerimonia, terminata la premiazione, si svolgerà il tradizionale dinner party.

 

 

 

Condividi tramite