L’azienda di telecomunicazioni è alla ricerca di nuovi asset per puntare sulla rete fissa Vodafone, si guarda con interesse al mercato italiano.

Smartphone, tablet e le moderne offerte internet wi-fi per la connessione senza fili non hanno smorzato la passione delle famiglie italiane per la rete fissa. In effetti, disporre di una rete domestica presenta numerosi vantaggi, tra questi le performance di una connessione Adsl o fibra ottica, la possibilità di navigare senza limiti di tempo in modalità wireless e la comodità di effettuare chiamate standosene seduti sul divano di casa. Per individuare le offerte di telefonia maggiormente convenienti un’ottima soluzione consiste nel mettere le tariffe Adsl e telefono a confronto, avendo cura di selezionare i prodotti maggiormente aderenti alle abitudini di consumo di ciascun utente.

A breve, una nuova azienda di telecomunicazioni potrebbe entrare di diritto nel mercato italiano di telefonia fissa. Il ceo di Vodafone Vittorio Colao, alla conferenza annuale di Morgan Stanley, Technology, Media and Telecoms Conference su Tlc, tecnologie e media di Barcellona ha rivelato l’intenzione dell’azienda a implementare la rete fissa Vodafone. Colao ha inoltre dichiarato che alle giuste condizioni economiche, Vodafone sarebbe fortemente interessata a prendere nuovi asset fissi sul mercato italiano.

L’Italia risulta, infatti, tra i Paesi cui Vodafone guarda con maggiore interesse, tuttavia non è stata rilasciata alcuna dichiarazione a proposito delle probabili intese con Fastweb e Metroweb, di cui si vocifera in questi giorni. L’Italia risulta essere uno degli scenari europei strategici per accrescere la rete fissa Vodafone, tuttavia gli effetti della crisi e la scarsa fiducia dei consumatori rendono il nostro Paese un mercato “liquido”: la forte concorrenza sui prezzi rende i numerosi clienti con prepagate mobile altamente volubili.

Se i clienti possono crescere o diminuire velocemente, Colao ritiene però, che l’Italia possa raggiungere risultati produttivi se gli operatori di telefonia riuscissero nell’operazione di stabilizzazione dei prezzi.

Mercati interessanti, secondo il ceo Vodafone, sarebbero anche Repubblica Ceca, Australia ed Ungheria, nelle quali l’azienda potrebbe considerare la vendita di attività non-core.

Gli sviluppi futuri del mondo della telefonia saranno strettamente connessi ai pacchetti Tv. Costituisce un esempio la Spagna, dove Vodafone ha già introdotto un’offerta quad-play di telefonia fissa/mobile, internet banda larga e Tv, per mezzo dell’acquisizione dell’operatore televisivo Ono.

Sono sempre più numerose le aziende di comunicazione europee che guardano con interesse ai pacchetti telefono, internet e tv tutto compreso. Tuttavia l’estrema competitività di queste offerte rischia di compromettere gli introiti delle società, come avvenuto in Spagna in cui si offrono già servizi di questo tipo a prezzi pressoché stracciati.

Condividi tramite