Insomma io di Olivetti ho letto tutto quello che c’era da leggere. E se è vero, perché è vero, che la Olivetti fu l’Azienda migliore quanto a tecnologia e glamour che abbiamo saputo fare qui in Italia, giuro che non ho trovato articolo, aneddoto, dichiarazione, trafiletto in cui Adriano abbia fatto outing. In cui abbia dovuto dirsi omosessuale per vendere le sue macchine da scrivere. Anzi le pubblicità di Olivetti erano un concentrato di belle femmine. Perché nell’epoca di quella che era la modernità allora, Dio solo sa quanto lui tenesse alle quote rosa, erano le donne a stare in ufficio e a sbattersi sui tasti.

Condividi tramite