I fatti, i precedenti, le parole di Renzi, il giudizio di Lupi

La circolazione ferroviaria in transito per il nodo di Bologna è interrotta a causa di un incendio doloso che ha interessato alcuni impianti alla stazione di Santa Viola, per la precisione i cavi del sistema di gestione e controllo del traffico. Non ci sono feriti.

CHE COSA E’ SUCCESSO

La circolazione dei treni nel nodo ferroviario di Bologna è bloccata dalle 4.30. Ferrovie dello stato specifica che sono fermi i treni dell’alta velocità lungo la tratta Milano-Bologna, i treni ordinari lungo la stessa linea e i treni della linea Bologna-Verona. “Stiamo ripristinando la circolazione”, spiega Fs.

LE PAROLE DI RENZI

“Non vogliamo rievocare parole del passato, è in atto un sabotaggio, ma stiamo approfondendo quello che è  accaduto e per rispetto di chi indaga non spendo una parola di più”, ha dichiarato il presidente del Consiglio Matteo Renzi in radio su quanto accaduto a Bologna.

L’ATTACCO DI LUPI

Ecco il giudizio del ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Maurizio Lupi (Ncd): “Si è verificato purtroppo ciò che temevo, un nuovo atto terroristico con la Tav, questo e non altro è l’incendio doloso di questa mattina a Bologna”. “L’attacco al treno di Italo a Ostiense, a quello del Tgv a Vercelli e poi i due atti incendiari di Firenze e Bologna – ha concluso Lupi sono il segno evidente di un attacco di stampo terroristico che mira a creare disagi ai cittadini e tensioni sociali”.

I PRECEDENTI

E’ il quarto sabotaggio in un mese alla circolazione ferroviaria, il quinto quest’anno (i precedenti: Milano, 18 dicembre; Torino, 16 dicembre; Firenze, 2 dicembre; Bologna, 19 maggio). La Digos ha aperto un’inchiesta su questa serie di attentati, e gli inquirenti sono convinti che non si tratti di casi isolati, o slegati l’uno dall’altro. Anzi: per la Digos la strategia c’è, eccome. E si sottolinea come chi colpisce non rivendica mai l’azione. I sospetti si orientano verso i circoli anarchici, i cui siti internet hanno dato immediato risalto alle notizie su questi attentati.

Condividi tramite