Tutte le novità su agevolazioni incentivi e bonus 2015 destinati alle famiglie, la scheda riassuntiva dell’Aduc.

Aduc ha pubblicato la scheda tecnica su agevolazioni e bonus 2015, sarà possibile usufruire di quasi tutti gli incentivi previsti per l’anno precedente. Nel documento è possibile reperire tutte le informazioni relative alle offerte di credito, dal Fondo mutui prima casa al Fondo mutui giovane coppie. Gli strumenti a disposizione di coloro che vogliono investire nell’acquisto di un immobile sono molteplici e per individuare un finanziamento in linea con le personali esigenze è sufficiente informarsi su Mutuo Arancio e i suoi prodotti o su quelli di Barclays, Cariparma e gli altri istituti di credito.

Benché siano state confermate tutte le agevolazioni e i bonus del 2014 per quest’anno sono previste alcune novità introdotte dalla Legge di Stabilità 2015 per mezzo della quale sono state rifinanziate e modificate alcune iniziative. Vediamo di seguito le informazioni essenziali divulgate dall’Aduc in merito ad agevolazioni e bonus 2015.

 

Il bonus bebè

Tra le novità previste per il 2015, in attesa del decreto attuativo, troviamo la reintroduzione del “bonus bebè”, ovvero un assegno per i nati e adottati nel triennio 2015/2017. Prevista inoltre anche l’istituzione di “buoni acquisto per famiglie numerose”: sono stati stanziati 45 milioni di euro per nuclei familiari con quattro o più figli in possesso di una situazione economica corrispondente ad un ISEE inferiore a 8.500 euro annui. Con la Legge di Stabilità inoltre è diventato definitivo il bonus di 80 euro in busta paga introdotto dal Dl 66/2014. Confermata e rifinanziata anche la carta acquisti per il 2015 e gli anni successivi, stanziati 250 milioni di euro.

 

Sospensione del mutuo

Tra le nuove misure introdotte per questo nuovo anno troviamo la possibilità di un allungamento triennale di mutui e finanziamenti (dal 2015 al 2017) con sospensione della quota capitale delle rate. Il provvedimento è destinato a famiglie e piccole imprese, a marzo verranno resi noti ulteriori dettagli in merito, nel frattempo stringeranno un accordo il Ministero dell’Economia, l’ABI e le associazioni di imprese e consumatori.

 

Fondo mutui prima casa

Il fondo mutui giovani coppie è stato abrogato e sostituito con il nuovo “Fondo mutui prima casa” istituito dalla Legge di Stabilità 2014. Il nuovo fondo ha una dotazione di 200 milioni di euro per ciascuno degli anni 2014, 2015 e 2016 e interviene con una garanzia statale del 50% della quota capitale su mutui ipotecari accesi per l’acquisto, la ristrutturazione e l’accrescimento dell’efficienza energetica di unità immobiliari ubicate in Italia da adibire ad abitazione principale del mutuatario, con priorità per le giovani coppie, i nuclei familiari mono-genitoriali con figli minori e i giovani di età inferire a 35 anni con lavoro atipico.

 

Il plafond casa

Attivo ormai da Marzo 2014 anche il “Plafond casa”, un fondo destinato ai mutui fruibile grazie ad accordi tra l’ABI e la Cassa depositi e prestiti, con agevolazioni non predeterminate ma lasciate alla discrezione di ogni istituto di credito aderente.

Condividi tramite