Una breve pausa, di due settimane, tra fine 2014 e l’inizio del nuovo anno 2015 e così come promesso e annunciato sabato prossimo 17 gennaio Left sarà in tutte le edicole.

Lo si legge in una nota di EditorialeNovanta, la società che, costituita nove mesi fa, ad aprile 2014, per iniziativa dell’editore puro Matteo Fago, d’ora innanzi editerà il settimanale, con Ilaria Bonaccorsi direttore responsabile.

EditorialeNovanta, precisa nella nota l’ad Roberto Orlandi, ha presentato nei giorni scorsi al liquidatore di Editrice dell’Altritalia soc.coop. in liquidazione, proprietaria della testata, formale offerta d’acquisto secondo le procedure previste dalla legge. Il liquidatore, prendendo atto della sospensione delle pubblicazioni e della rinuncia all’uso della testata da parte della cooperativa che ha editato nel 2014 il settimanale, ha ufficialmente affidato il comodato d’uso a EditorialeNovanta.

EditorialeNovanta, chiarisce la nota, ha accettato la proposta del liquidatore e si è impegnata a riportare il settimanale in edicola nel più breve tempo possibile al fine di non procurare ulteriore perdita di valore alla stessa.

E con il nuovo Left la cui ambizione è essere punto di riferimento culturale e politico di una sinistra capace di rinnovarsi per laicità – oggi assai carente e debole – e per idee – oggi assai povere di contenuti e alquanto confuse – ri-tornano le pensate sulla realtà umana, sull’origine del pensiero umano, dello psichiatra dell’Analisi Collettiva e filosofo, Massimo Fagioli, come lo ha salutato il conduttore di Linea Notte, Maurizio Mannoni, il 29 novembre scorso.

Una sfida questa del rinnovato Left di altissimo livello culturale, che può esser anche politico, in un ibrido contesto dominato, mediaticamente, dal credere imposto dalla religione cattolica e dai falsi dogmi della politica, specie della malconcia sinistra ufficiosa, supinamente presi e importati dal credere religioso.

Calarsi e competere in questo intricato e subdolo agone richiede personalità e competenza nonchè, come replica, in una lunga nota sul sito di Left, alle dichiarazioni dei giornalisti del settimanale, l’editore puro Fago la volontà di lavorare sodo per costruire il futuro di Left e non per far chiudere questo settimanale. Questo è sempre stato il mio unico obiettivo. Nel pieno rispetto delle persone e dei lavoratori. Vorrei che lo stesso venisse riservato alla mia persona.

 

Condividi tramite