Pare che alcuni terroristi dell’ISIS siano sbarcati mimetizzati tra i migranti al porto di Pozzallo. La cosa sta creando una certa agitazione nella bella cittadina rivierasca. Tuttavia l’analisi geopolitica va sempre soppesata con i due piattini: quello globale e quello locale. Pozzallo non è Parigi fredda e multiculturale. E la sua identità – chissà chi la conosce a Pozzallo – non ha radici in sorgenti trasparenti e limpide né tanto meno nel passaggio Saraceno. Pozzallo ha la sua radice nella zona più vicina alla spiaggia, quella detta Puzzufietu. Che la dice tutta sull’identità meglio di qualunque ricognizione storica.
A Pozzallo comanda l’andazzo. E quindi, non preoccupatevi. Dategli tempo a questi presunti terroristi. Questione di giorni, settimane. Appena si saranno acclimatati, e saranno entrati in sintonia con il ritmo del luogo l’unica cosa più pericolosa che può capitare è che intimino al Sindaco di decapitarsi loro stessi se non gli trova un posto di vigile urbano.

Condividi tramite