Skip to main content

DISPONIBILI GLI ULTIMI NUMERI DELLE NOSTRE RIVISTE.

 

ultima rivista formiche
ultima rivista airpress

L’uomo cool veste ITA/USA

In giro per la Grande Mela per scoprire le tendenze del menswear  primavera-estate 2015

All’estero siamo famosi per essere i più eleganti, e sicuramente l’uomo italiano è quello riconosciuto più affascinante. Forse dal look più tradizionale e meno di tendenza rispetto agli altri paesi, ma classico, elegante e vagamente sfacciato. Ma la continua evoluzione del menswear e delle sue contaminazioni con il design le abbiamo viste anche all’ultimo Salone del mobile a Milano dove, come sappiamo già, le diverse griffe firmano l’homewear, ma probabilmente rimarrete sorpresi come me nel vedere che anche Diesel firma ora l’arredo ed ha presenziato con un bello stand al Salone. Infatti i diversi brand reinventano le regole del gioco, potenziando sempre più la trasversalità dell’offerta. Così fa l’azienda di Renzo Rosso, che lancia sempre tendenze che si riflettono nel lifestyle, dal fashion ora anche per l’ambiente che viviamo quotidianamente.

Alla ricerca ideale di un percorso per individuare, nei look dell’uomo fashion, delle linee guida per le tendenze più cool, mi sono messa a scrutare i brand più all’avanguardia. In questo, nessuna città è più trendy di New York, ed ho quindi approfittato di un invito nello show room di un marchio italianissimo: EIDOS, sbarcato da un paio d’anni nella grande mela e già indicatore di tendenza. Accolta in un meraviglioso palazzo della quinta strada a pochi passi dal Central Park, salgo innumerevoli piani in ascensore per entrare in uno spazio che ripercorre gli allestimenti pompeiani dell’azienda madre Isaia. Incontro così Antonio Ciongoli, dal nome italianissimo ma oramai totalmente americano, (da due generazioni a New York), stilista del brand. Antonio porta da qualche anno la barba (come usano anche i divi di Hollywood), ed il suo abbigliamento è sempre un mix ben dosato di formal (come la sua azienda richiede) arricchito da un bel tocco di creatività negli abbinamenti di tessuti e colori inaspettati. Mi mostra la collezione primavera/estate ispirata alla sua bella Ischia e Costiera Amalfitana (luoghi della sua origine) ed in anteprima quella autunno/inverno.

Capisco che le tendenze sono tutte qui, dove il punto vita si alza, le lane brune si fondono con i colori pastelli del lino, il taglio sartoriale della giacca, riletta in chiave contemporary classic, eccede in un rever di jeans. Poi il vero uomo cool, come dice Antonio, è quello che fonde il casual al più classico dei capi, e l’eleganza viene interpretata e rappresentata da una raffinata ricerca del dettaglio.

Affascinata dall’altissima qualità del loro prodotto, accarezzo sciarpe e scivolo le mani tra tasche e dettagli preziosi. Guardo i match che mi illustra Antonio nei loro nuovi look book, dove gli eleganti interni classici londinesi accolgono uno sfrontato giovanotto nel mix ideale tra il denim e la giacca a doppio petto, o ancora pantaloni dal taglio casual che si sposano a giacche minimal. La vera upper class osa un abbigliamento a strati: con camicia e cardigan di lana sotto la giacca, il tutto coordinato in modo originale con un avvolgente sciarpone e cappotto tre quarti.

Mentre mi ospita sul meraviglioso terrazzo che si staglia tra gli altri grattacieli, mi suggerisce luoghi dove andare a bere ed incontrare i man dall’abbigliamento “very posh”. Ed è nel giro di queste serate di locali tra Tribeca e Brooklyn che la mia attenzione viene catturata da match sempre più creativi. Qui abiti selezionati da collezioni dalla qualità altissima, (sempre italiani) come un Cantarelli o un Cucinelli, realizzati con tessuti e lavorazioni esclusive, li ho visti spesso abbinati ad un jeans come i Roy Roger’s. Bisogna sapere poi che quest’ultimo brand ha proposto per la nuova collezione primavera-estate scarpe unisex innovative nei tessuti della collezione, proponendo un nuovo total look. Il taglio del pantalone stile jeans lo ritrovo anche su un bel ragazzo, anch’esso barbuto ma dal capello più lungo e dall’accessorio (orologio) costoso, che indossava sopra un Seventy un po’ di maglioni e giacconi a strati in gradazione dei colori della terra bruciata. A Chelsea, al bancone del bar di uno di questi locali della lower Manhattan, un bel ragazzo alto e di colore, very posh, indossava dal dolce vita al cardigan alla sciarpa, il tutto in un finto abbinamento casuale (ma dosato con maestria!) nelle varianti del blu, sopra un jeans skinny Diesel Chi shaped. Anche il suo amico, più apparentemente casual con t-shirt black a maniche lunghe e felpa sotto giacca, sfoggiava il modello Sleenker, molto cool e chiaramente sempre Diesel. Poi ad East Village il mio sguardo è stato catturato dal look sfacciatamente studiato di un altro gruppetto, forse un po superiore di età, tra i 35 e i 40, che sfoggiavano vari modelli del brand americano per eccellenza: Levi’s, dal 501 the original al 511,  più uno di loro che indossava un bellissimo Wrangler vintage. Per quelli della mia generazione, che hanno visto tutti i film dove gli eroi ed i divi vestivano solo Wrangler, è sempre un’emozione ripercorrere la storia del denim americano. Anche se bisogna evidenziare che, la storia del jeans è americana, ma le tendenze vere del capo denim le ha, nell’ultimo trentennio, disegnate l’italianissimo marchio di Renzo Rosso.

E dato che la Grande Mela è sempre avanti, vediamo che la tendenza delle collezioni primavera-estate 2015 privilegiano il denim anche fino al total look. Continueranno ad essere punto di riferimento i vari modelli Diesel che hanno fatto storia, sempre slavati, strappati ed effetto usato, variando dal minimal sporty a quello in versione street e urban. Come abbiamo visto anche a NY la tendenza è mischiare: dagli abbinamenti sofisticati con la tradizione sartoriale per proporre un mood street molto personale, la cui originalità emerge dalla versatilità dell’accostamento.

Ed è per questo che al rientro in Italia ho voluto vedere come potevo riproporre le tendenze ITA/USA, e dove trovare i brand più cult. Così, per ritrovare i modelli di jeans Diesel visti in giro per la cool lower Manhattan, ho dato un’occhiata ad alcuni store online come Stylight che offre una selezione di capi creati da Renzo Rosso e alla ricca collezione Diesel disponibile su Zalando. Potete trovare il capo che fa per voi anche su Yoox oppure confrontare i prezzi degli articoli del brand su ShopAlike per avere un quadro generale. A voi la scelta!

Eidos_7976 Eidos_7979 Eidos_7980 Eidos_7992 Eidos_7994 Eidos_8002 Eidos_8005 eidosnapoli _ AW 2015 LOOKBOOK_2 eidosnapoli _ AW 2015 LOOKBOOK_3 eidosnapoli _ AW 2015 LOOKBOOK_4 eidosnapoli _ FI 2015 LOOKBOOK eidosnapoli _ FI 2015 LOOKBOOK_2 eidosnapoli _ FI 2015 LOOKBOOK_3 eidosnapoli _ FI 2015 LOOKBOOK_4 eidosnapoli _ FI 2015 LOOKBOOK_5 eidosnapoli _ SSummer 2015 LOOKBOOK_1 eidosnapoli _ SSummer 2015 LOOKBOOK_2 eidosnapoli _ SSummer 2015 LOOKBOOK_3 eidosnapoli _ SSummer 2015 LOOKBOOK_4 eidosnapoli _ SSummer 2015 LOOKBOOK_5 eidosnapoli _ SSummer 2015 LOOKBOOK_6

CONDIVIDI SU:

Gallerie fotografiche correlate

×

Iscriviti alla newsletter