Ma come si fa a raccontare una storia simile, che non fa bene a nessuno, tranne forse a Manpower? quella che narra dell’80% di giovani che ci ripensa e rifiuta 1300 al mese (compresi festivi e notturni) e che omette di dire che le selezioni per Expo (le quali) vanno avanti per lo stesso candidato per mesi e mesi sono un’assurdità, significa tenere in stand by una generazione intera, meno male che hanno detto no, spero che nel frattempo se fosse vero che erano i SELEZIONATI MIGLIORI questi abbiano trovato un altro contratto qualche mese fa quando erano solo a un quarto delle prove di selezione adottate. E purtroppo questa denuncia la facciamo da anni. Sembra tutto più incentrato sul lavoro dei selezionatori. Mentre, non mettetela sul piano “festivi e orari notturni” perché questa è la stessa generazione che si è buttata a capofitto per lavorare il week end ai supermercati PAM, poco tempo fa, ricorderete il numero esorbitante riportato dai giornali in primis il Corriere lo stesso che adesso credendo di fare un buon giornalismo “neutrale” troppo spesso oscilla solo tra il conservatorismo e i cliché.

Invece, parlando di cose più serie, ma che fine ha fatto il simbolo con cui partì tutto, Expo con riferimento a Leonardo?

Condividi tramite