Questo fine settimana Torino ospiterà il Papa. E con la visita del Pontefice, che ha appena pubblicato la sua Enciclica sulla casa comune, si chiuderà l’Ostensione della Sindone. Una santa attrazione, il sacro lino, che ha richiamato nel capoluogo piemontese tantissimi pellegrini da ogni dove.
Dalla Curia fanno sapere che Papa Francesco dormirà in Arcivescovado, dove anni fa hanno trovato ricovero alcuni senza tetto. Ogni viaggio pastorale, nell’era della comunicazione, deve avere una sua narrazione. E ogni narrazione è fatta di volti. La Sindone ne è l’esempio più santo.
Costruire la narrazione degli ultimi attraverso i loro volti è, però, esercizio difficile. Tanti volti diventano nessun volto.
L’ultimo Papa pastore fu Giovanni Paolo II. C’è una foto di Woytila con Agnelli, scattata in occasione di uno dei viaggi del Papa polacco a Torino, che dice tanto della visita di Papa Francesco più delle tante foto che gli verranno scattate questo fine settimana. Questa foto mostra come oggi Torino non ha più un volto da mettere di fianco al Papa.

Condividi tramite