La storia è sempre la stessa. E si ripete. Lei ama troppo la vita, va troppo di corsa, fino a superarla. Lei supera pure lui che, punto dal sorpasso, non resiste e che fa. L’ammazza. È capitato nell’astigiano, recentemente nel catanese. Vittime giovani. Mamme di piccolissimi. È una guerra, è peggio della piaga delle armi negli Stati Uniti. È una guerra tra le donne, singolarmente, nella loro individualità, prese una a una e l’uomo. L’altra parte della barricata. Malata. Altro che problemi di omosessualità. Altro che pillola abortiva, comunione ai divorziati. Questo è il tema vero di un sinodo sulla famiglia. Quella a rischio è la donna (guardate qui).
Perché, poi, c’è sempre una scusante. L’attenuante. L’ombra viscida, immorale, che dice : – Lei aveva una doppia vita -. Usata per macchiare il sangue versato. Pensate a mettere fine a colpi di coltello a tutti gli uomini che hanno una doppia vita. Ecco.

Condividi tramite