Veicolo non assicurato? In Italia il fenomeno delle auto “fantasma” è a livelli preoccupanti: a luglio 2015 si stimava che le auto prive di assicurazione circolanti sul territorio fossero quasi 4 milioni, circa l’8,7% della totalità di quelle complessivamente in circolazione. La prima cosa da fare per non incrementare questo triste numero è assicurare il proprio veicolo. Come stipulare un’assicurazione per tutelarsi e tutelare, eventualmente, terze persone? E’ molto semplice: basta recarsi in una sede assicurativa o scegliere la propria assicurazione auto utilizzando comparatori come SuperMoney o altri; così facendo si può essere maggiormente tutelati dato che, dal punto di vista statistico, è molto probabile essere coinvolti in un incidente con un veicolo non assicurato.

Fondo di Garanzia per le vittime della strada: cos’è?

In caso di sinistro con un veicolo non assicurato è il Fondo di Garanzia per le vittime della strada a venire in nostro soccorso: istituito con legge n. 990 del 1969 e operativo dal 12 giugno 1971, è amministrato, sotto la vigilanza del Ministero dello Sviluppo Economico, dalla Consap con l’assistenza di un apposito Comitato, presieduto dal Presidente della Società.

In caso di assenza del Presidente, in sua vece, il Comitato è diretto dall’Amministratore Delegato, composto da rappresentanti del Ministero dello Sviluppo Economico, del Ministero dell’Economia e delle Finanze, di Consap, dell’Ivass, delle imprese di assicurazione e dei consumatori.

Sinistro con veicolo non assicurato: cosa fa il Fondo di Garanzia?

In caso di sinistro con veicolo non assicurato, il Fondo di Garanzia per le vittime della strada, prevede un risarcimento che copre sia i danni patrimoniali (ai beni danneggiati) sia quelli alla persona.
In quali altre occasioni interviene il Fondo? Quando il veicolo che ha provocato l’incidente è:

  • Utilizzato senza l’autorizzazione del proprietario: oltre ai danni provocati a eventuali altri guidatori e veicoli, il rimborso si estende anche ai beni o ai soggetti trasportati contro la loro volontà (sequestro di persona) o che non sono a conoscenza dell’uso illecito del mezzo di loro proprietà (furto d’auto);
  • Assicurato con una compagnia posta in liquidazione coatta: anche per questa situazione c’è il rimborso sia per i danni patrimoniali sia per i danni alla persona;
  • Non identificato: in questo caso vengono risarciti solo i danni alla persona; i danni materiali sono coperti solo se di importo superiore ai 500 euro (il Fondo coprirebbe però solo la parte eccedente i 500 euro). 

Come fare domanda al Fondo di Garanzia?

Nel caso in cui fossimo coinvolti in un sinistro con veicolo non assicurato (o con le caratteristiche sopra indicate) si dovrà inviare una richiesta di risarcimento alla compagnia assicurativa incaricata della gestione del Fondo nella nostra regione di residenza, riportata sul sito della Consap (nella sezione“Fondo di Garanzia per le vittime della strada”).

Nota bene: è necessario inviare alla Consap una copia della richiesta di risarcimento.

Sinistro con veicolo non assicurato: cosa indicare nella richiesta di risarcimento?

Al momento di presentare la documentazione specifica per il rimborso bisogna indicare:

  • Data, luogo e dinamica dell’incidente;
  • Dati anagrafici di chi richiede il risarcimento;
  • Dati anagrafici del proprietario del veicolo (solo nel caso in cui il richiedente non sia anche il proprietario);
  • Numero di targa, marca e modello dei veicoli coinvolti nel sinistro. Se il veicolo che ha provocato l’incidente non è stato identificato, e quindi non si dispone di tali dati, occorre specificarlo nella domanda di rimborso, così come va indicata l’eventuale mancanza di copertura assicurativa;
  • Compagna assicurativa con la quale si è stipulata la polizza;
  • Dati anagrafici delle forze dell’ordine intervenute in seguito all’incidente.

 

Condividi tramite