Marcello-Marchesi

Dopo aver scritto “Uno splendido insuccesso imprenditoriale”, prima di mandarlo all’editore, ho dedicato almeno un giorno che, nell’economia del mio tempo e del tempo impiegato per scrivere l’intero volume, è tantissimo, nella scelta delle citazioni. Tuttavia nessuno di coloro che l’hanno recensito o letto ne ha fatto menzione alcuna. Peccato.
E dire che, in particolare a quelle di Marcello Marchesi, nome sommo quanto a alla battuta secca che con umorismo svela, nella sintesi, il più lungo e arzigogolato dei panegirici, tenevo tantissimo.
Marchesi è un autore in parte dimenticato. È stato ripubblicato, recentemente, qualcosa per Bompiani, e – mischino lui – Marchesi non potrà farci nulla contro l’acquisizione di Mondadori imbarcandosi, anche lui, sulla nave di Teseo. Chissà, Marchesi a tal proposito ne avrebbe detta una delle sue come : – Perché denunciare il reddito dopo il bene che vi ha fatto -.
Tornando al mio di libro, ecco le citazioni di Marchesi che ho trovato imbattibili e azzeccatissime per l’argomento da me trattato, ovvero dei piccioli nel campo dell’edilizia residenziale: – Homo condomini lupus – . – Dio dammi un assegno della tua presenza -.

Condividi tramite