L’auto senza assicurazione non può circolare per le strade italiane, e questa non è una novità, ma non può neanche sostare su suolo pubblico, pena, rischio sanzione o sequestro. Nel caso in cui il veicolo posteggiato in luogo pubblico sia di proprietà di un soggetto deceduto, dal giorno della scadenza dell’assicurazione gli eredi sono ritenuti responsabili dell’autovettura e dunque sono soggetti all’applicazione delle stesse sanzioni che spettano all’automobilista che circoli con un auto senza assicurazione.  In tal caso può essere utile consultare la guida di SuperMoney, in cui sono riportati tutti i dettagli e le procedure da portare avanti quando si eredita un’automobile e la sua polizza assicurativa.

Per non correre il rischio di essere sanzionati, la soluzione sarebbe tenere l’ auto senza assicurazione parcheggiata in un garage privato – il che implicherebbe comunque il pagamento del bollo del veicolo che va corrisposto a prescindere dalla circolazione o meno dell’auto – oppure scegliere una polizza auto al prezzo più vantaggioso in modo da non rischiare di imbattersi in sanzioni salate e, nel frattempo, continuare a usufruire del veicolo in questione. Stando a quanto di recente stabilito dalla sentenza della Quarta Sezione della Corte Suprema della Cassazione sono dunque legittimi la multa e il sequestro dell’auto senza assicurazione lasciata in parcheggi non privati. Vale lo stesso per le auto abbandonate in strada per disuso a seguito di incidente che sono, altrettanto, soggette a sanzione in quanto il veicolo è considerato un rifiuto pericoloso per l’ambiente.

Il presupposto alla base dell’ordinanza della Corte Suprema della Cassazione è correlato all’obbligo della polizza Rc Auto di coprire, tra gli altri, anche i danni derivanti da sinistro durante la sosta in strada pubblica.

Auto abbandonata, rimozione obbligatoria

Nei casi in cui l’auto sia stata abbandonata in strada per disuso a  seguito di incidente, secondo quanto recentemente specificato dalla Corte Suprema di Cassazione, il veicolo è da considerarsi un rifiuto da smaltire, per cui il proprietario non è soggetto a sanzione per veicolo fermo senza assicurazione né è tenuto a stipulare una polizza assicurativa. In compenso dovrà provvedere quanto prima alla mobilitazione dell’auto, pena comunque una sanzione per mancata rimozione del “rifiuto pericoloso”.

Auto senza assicurazione, la sentenza della Cassazione

Quanto alla sosta su suolo pubblico dell’auto senza assicurazione, la Corte Suprema di Cassazione ha sottolineato che parcheggiare il veicolo su un’ area di pubblico dominio, quale ad esempio strada a bordo marciapiede, rientra a tutti gli effetti nel concetto di circolazione.

Successivamente, la Corte Suprema di Cassazione ha sottolineato che – secondo quanto riportato nel codice civile – il concetto di circolazione stradale include la sosta dell’autoveicolo relativamente sia all’ingombro dell’auto stessa sia alle operazioni che l’auto compie in generale sia ancora a quelle operazioni svolte al momento della fermata del veicolo e al momento della messa in moto.

Condividi tramite