gesù sta arrivando

Se Mario Calabresi sarà il nuovo Direttore di Repubblica, Massimo Gramellini è pronto per passare al Corriere della Sera. Il papà del Buongiorno, rubrica de La Stampa nata dall’intuizione di Marcello Sorgi, è ormai maturo per prendere il posto che fu di Alberoni sul Corriere della Sera. Alla domenica.
È in effetti l’epoca del martirio nichilista, la nostra e, dunque, cosa c’è di meglio della lettura di pensieri buoni per ogni occasione. Della mangiatoia bassa del benpensante. Il violino tutto parole e punteggiature del Titanic.
Ieri, per dire, la lettura del Buongiorno, che rivendicava l’identità del presepe dell’albero di Natale, mi ha fatto salire la glicemia. Anche perché, a dirla tutta in fatto d’identità, “Sta arrivando il Gesù” specie se scritto sui versanti del presepe della Torino “meno bene”, zona Via Artom o Falchera, ha sempre a che fare con le feste, ma quelle condite dallo sballo con tanto di sottofondo giamaicano “cuddiobilov”. Anche perché all’angolo di Corso Ferrucci, a rifornire gli studenti del Politecnico di tocchetti di fumo c’era e forse c’è ancora, nel cortocircuito Occidente-Oriente, Cristianesimo-Islam, un marocchino. Musulmano che spacciava droghe leggere sussurrando a chi si avvicinava con l’aria interlocutoria “Sta arrivando il Gesù” mentre la diffrazione delle luci dei viali per via dell’umidità della notte se lo inghiottiva.

Condividi tramite