Intervista a Gianfranco Pampaloni che inaugura oggi per ALTAROMA una collezione borse in onore della Capitale dal provocatorio nome “Sacco di Roma”.

Mentre Roma apre le sue porte nell’anno del Giubileo, così l’antica azienda argentiera Pampaloni apre quella del suo negozio in una delle vie più di tendenza della Capitale per celebrare la collezione SilverWear 2016 con la Special Edition “Il Sacco di Roma”. In realtà sono sempre un pò stupita quando entro in contatto con imprenditori che investono nella Capitale e mi chiedo come mai un imprenditore decida di aprire una attività proprio a Roma. Sarà conveniente intraprendere nella capitale in questo momento?

Ad ogni modo oggi 29 gennaio,  si inaugurerà il nuovo negozio dell’Argenteria Pampaloni in Via Bocca di Leone. Ho fatto così una bella chiacchierata con Gianfranco Pampaloni.

A chi è rivolto questo evento di presentazione?

Ci siamo rivolti a un pubblico prevalentemente legato all’arte, alla cultura e alla moda in quanto l’obiettivo dell’azienda è far conoscere sì i suoi oggetti,  ma ancor di più la sua visione dell’argento al servizio della modernità, tra arte e design, che si avvale di un’esperienza di oltre 110 anni di storia.

A seguito del dono di Papa Francesco di un vostro calice al capo della comunità ebraica, ci dobbiamo aspettare domani un intervento diretto del Vaticano o di qualche alto rappresentante della comunità ebraica?

Non è escluso ma… collaborando con i vari Presidenti della Repubblica Italiana mi aspetto che interverrà anche qualche esponente del mondo della politica…

L’inaugurazione avviene in concomitanza con la settimana dell’AltaModa. Qual è il suo vero legame con il mondo della moda?

Il fascino del mondo della moda è per me irresistibile e il mio rapporto con la moda può essere sinteticamente definito irriverente, sofisticato e ironico.

Possiamo dire che il suo lavoro è basato non solo su una fusione di materiali, ma anche e soprattutto su una fusione di stili?

Più che fusione di stili direi una fusione di tendenze, possibilmente provocatorie, che devono rappresentare al tempo stesso le nuove forme della modernità, la tradizione di una cultura artigianale e un’anticipazione di quello che potrà avvenire nei prossimi anni nella società. Vogliamo creare sempre di più un marchio distintivo.

A proposito di marchio distintivo, l’icona principale dell’inaugurazione sarà la Freccia. Perché amate così tanto questo simbolo?

La freccia è il simbolo dell’azienda “Arrow”, attraverso lo scoccare delle frecce, si stabilisce una sorta di tracciato del nostro percorso di artisti dell’argenteria. Nella locandina infatti si legge: “una freccia felice sul corpo della borsa. Vola folgorante, colpisce al fianco, penetra l’immaginazione”

Perché l’evento si chiamerà Sacco di Roma?

Abbiamo voluto lanciare un messaggio ironico: i sacchi  di Roma furono episodi di grande impatto, come vorremmo che diventasse la nostra iniziativa ma naturalmente con conseguenze positive, cioè diffondere un tesoro di cultura, tra tradizione e  innovazione nella città della moda di oggi.

Bene verremo a vedere questa collezione di borse che verrà lanciata oggi, sono proprio curiosa di scoprire questo modello  da voi creato in onore della nostra città!

E chissà questo sacco quante belle novità conterrà!

Sacco di roma immagine

Condividi tramite