Una riflessione a 360 gradi sulla figura dell’imprenditore: chi sono, come si formano, perché scelgono questo mestiere, come si rapportano alle loro imprese e come sta cambiando la rappresentanza. Di questo e molto altro si parlerà l’8 e il 9 aprile al complesso delle Fiere di Parma in occasione del Convegno Biennale del Centro Studi Confindustria.
Organizzato in collaborazione con l’Unione Parmense degli Industriali e con il sostegno di Intesa Sanpaolo, l’incontro prenderà le mosse dai risultati della ricerca “Gli imprenditori” pubblicata da Marsilio Editori e curata da Luca Paolazzi, direttore del Centro Studi Confindustria, insieme agli economisti Mauro Sylos Labini e Fabrizio Traù. Grazie al contributo degli studiosi ed esperti che hanno messo a punto i 18 capitoli della ricerca, la figura dell’imprenditore viene messa a fuoco con una grande ricchezza di dati e scandagliata da più punti di vista.
Accanto a quelle prettamente economiche, per esempio, non mancano riflessioni sugli aspetti psicologici del mestiere o sull’evoluzione giuridica del concetto, senza dimenticare il contributo offerto dalla letteratura moderna e contemporanea alla costruzione dell’immaginario collettivo. Spazio anche alle indagini statistiche, dalle quali si cercherà di capire, tra le molte cose, se fare l’imprenditore è un mestiere ancora appetibile per i giovani e, se sì, per quali motivi.
La scelta del Centro Studi Confindustria di dedicare la ricerca del proprio Biennale agli imprenditori non è casuale. Rappresenta infatti un riconoscimento esplicito al valore dell’economia reale, e in particolare all’importanza del manifatturiero, che Luca Paolazzi definisce la “sala macchine dello sviluppo”. Ma c’è un’altra ragione, più di prospettiva: “Occuparsi degli imprenditori – afferma il direttore del Centro Studi – significa prendersi a cuore la questione del rilancio della crescita dell’Italia”. E ancora “aumentare l’imprenditorialità del Paese equivale ad aumentare il potenziale di crescita italiano”. Per sapere in che modo e con quali ricette l’appuntamento è a Parma la prossima settimana.

Condividi tramite