Sale sul palco di Portoferraio, canta, balla ed intrattiene magistralmente il pubblico. Nulla di particolare, vero?
In effetti molti artisti riescono a cantare, ballare ed intrattenere il pubblico. Ma Paolo Belli fa qualcosa di più: oltre a tutto questo, valorizza continuamente i suoi “professoroni” (ndr. come li chiama lui).
Li rende primi attori, li chiama a gran voce e ne esalta le qualità.
Molto spesso si mette in seconda linea e lascia alla sua Big Band tutto il palcoscenico come per dire: “Sono loro la vera forza motrice”.
E Paolo Belli questo lo pensa davvero! Un bell’esempio di leadership in un periodo dove molti vogliono fare i protagonisti e concentrare su di sé tutte le attenzioni.
Scherzano, si danno ripetutamente “il cinque” e si applaudono l’uno con l’altro: tutti per uno, uno per tutti.
Scontato che la musica prodotta sia di ottima qualità, sembra delle volte che essa faccia da sottofondo ad un gruppo di veri amici che si divertono capitanati da uno straordinario Paolo Belli.
Continua così. Grande Paolo!

Condividi tramite